Festival dell’Anolino 2023 a Fiorenzuola dal 24 al 26 marzo. Minari: “Occasione unica per l’identità della città” – AUDIO

Festival dell’Anolino 2023
Piacenza 24 WhatsApp

Anolino e prodotti De.Co. : Fiorenzuola capitale del gusto con il Festival dell’Anolino 2023 dal 24 al 26 marzo.

Dopo tre anni di assenza, tornerà nel weekend del 24, 25 e 26 marzo, a Fiorenzuola d’Arda, il Festival dell’Anolino, manifestazione promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con le Associazioni Pro Loco, di Fiorenzuola d’Arda, e Chef to Chef Emilia Romagna. Il Festival, che si unirà al mercato dei prodotti De.Co. e di qualità per dar vita ad un vero e proprio “Gran Galà del Gusto”, è inserito nel progetto biennale di promozione e marketing territoriale “Sapori e tradizioni della Val d’Arda”, promosso dalle Amministrazioni Comunali di Fiorenzuola d’Arda e Cortemaggiore, con il finanziamento della Regione Emilia Romagna. 

Festival dell’Anolino 2023: il programma

Il programma della manifestazione prevede l’inaugurazione ufficiale, con il rituale taglio del nastro, alle 19 di venerdì 24 marzo, in Piazzale Cavour, che ospiterà come nelle scorse edizioni la tensostruttura in cui sarà possibile cenare dalle 19 di venerdì, sabato e domenica, e pranzare dalle 12 di domenica: la serata di venerdì si concluderà quindi nel segno della musica, con i dj set Tubista e Gdm che animeranno Piazza Cavour dalle 22. 

Sabato 25 marzo, la giornata aprirà alle 10 con l’apertura del Mercato dei prodotti De.Co. e di qualità, in Via XX Settembre, mentre in Piazzale Cavour sarà esposta una serie di disegni realizzati dai bambini e dedicati proprio all’anolino. Dalle 19 sarà possibile cenare, mentre alle 20 prenderà il via la gara dell’anolino, presentata dal giornalista di “Libertà” Giorgio Lambri, e con la partecipazione di una giuria tecnica e popolare che assegnerà giudizi agli anolini in gara. 

Anche domenica, giorno di chiusura della manifestazione, sarà aperto il mercato dei prodotti De.Co. e di qualità in via XX Settembre, mentre a mezzogiorno il pranzo vedrà la gustosa presenza dell’Associazione Chef to Chef Emilia Romagna, che grazie alla presenza di alcuni tra gli chef più conosciuti in regione proporrà una festa- mercato delle paste ripiene in brodo: dal fiorenzuolano Claudio Cesena, al modenese Emilio Barbieri; ai bolognesi Max Poggi e Mario Ferrara, sino al riminese Raffaele Liuzzi. Non mancherà ovviamente, affiancato alle proposte degli Chef, l’Anolino De.Co. della Val d’Arda. Nel pomeriggio, dalle 16, Piazzale Cavour ospiterà quindi la gara di precisione del taglio del “chilogrammo perfetto”: chiusura con la cena, sempre a partire dalle 19 in Piazzale Cavour. 

Tra le iniziative collaterali, da segnalare il “tour gastronomico” promosso nel mese di marzo, in occasione del Festival dell’Anolino, da diversi ristoratori e gastronomie locali: per celebrare uno dei piatti tipici della tradizione culinaria fiorenzuolana, diversi esercenti hanno infatti aderito all’iniziativa che prevede la creazione di un menù interamente dedicato a “Re Anolino”. Sabato, alle 15.30, presso l’Auditorium “San Giovanni”, nella sede comunale, si terrà inoltre la presentazione del libro “Celiachia dalla A alla Z”, di Simonetta Mastromauro: iniziativa che porrà l’attenzione sull’importantissimo tema delle intolleranze alimentari. 

IL COMMENTO DELL’ASSESSORE AL COMMERCIO

Credo che il Festival dell’Anolino sia un’occasione unica per celebrare la cultura culinaria e l’identità della Città di Fiorenzuola d’Arda”, ha commentato Marcello Minari, Assessore al Commercio del Comune di Fiorenzuola d’Arda, nel corso della presentazione della manifestazione tenutasi nella Sala dell’Orologio del Municipio di Fiorenzuola d’Arda, ringraziando le Associazioni coinvolte nell’organizzazione della manifestazione e gli esercenti locali che partecipano al “tour gastronomico”. 

La manifestazione si pone come vetrina significativa non solo per l’anolino De.Co. della Val d’Arda, quello ripieno di formaggio, ma anche per le altre ricette tipiche della nostra provincia, ovvero l’anolino piacentino con il ripieno di stracotto e quello della Bassa, con la carne di maiale. Il pranzo domenicale comprenderà, inoltre, anche una proposta di anolino gluten-free. Ricordiamo che questo festival attira ogni anno visitatori da varie province, offrendo un’esperienza gastronomica indimenticabile e promuovendo allo stesso tempo i produttori locali e l’artigianato della zona“. 

blank

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank