Foti (Fdi-An): “La Regione cofinanzi le rette per la formazione da operatore socio sanitario”

Tommaso Foti

Il costo dei corsi per diventare Operatore socio sanitario è “una tassa sulla disoccupazione”. Il governo regionale dovrebbe “prevedere l’erogazione di un contributo per favorire la partecipazione degli interessati”. E’ Tommaso Foti, consigliere regionale di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale, a chiederlo attraverso un’interrogazione nella quale ricorda come “in passato la Regione o le Province contribuivano economicamente in modo che i costi a carico dei frequentanti diventavano modestissimi, per non dire nulli”.

blank

Dieci mesi di corsi, 1.000 ore di frequenza “indispensabili per acquisire la qualifica di Operatore socio sanitario- scrive Foti nell’atto- per un costo medio sicuramente elevato: al minimo 3.000 euro. Nei fatti costituisce, considerando preponderante la parte di partecipanti senza lavoro, una vera e propria tassa sulla disoccupazione nonostante le meritorie finalità”. Per questo il consigliere chiede alla Giunta se intenda o meno, “anche con provvedimenti di carattere legislativo, prevedere l’erogazione di un contributo economico che favorisca la partecipazione degli interessati”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank