Fratelli d’Italia ricorda i caduti di Nassiriya: “Fieri di essere italiani, in una società che dimentica gli eroi”

Un gruppo di militanti di Fratelli d’Italia di Piacenza si e’ ritrovato oggi in Largo Caduti di Nassiriya (all’incrocio tra Via Colombo e Via Bolzoni) per ricordare, con un minuto di silenzio, la strage di 14 anni fa quando un camion cisterna pieno di esplosivo venne fatto esplodere davanti all’ingresso della Base Maestrale, controllata dalle truppe italiane, provocando la morte di 28 persone fra cui 19 italiani (12 carabinieri, 5 militari dell’esercito e 2 civili). “Oggi è un giorno molto triste, un anniversario doloroso, una ricorrenza che ogni anno ci riporta indietro nel tempo – ha commentato il consigliere regionale Tommaso Foto – e che ci fa rivivere lo sgomento di quei giorni, la sensazione di smarrimento per tanta crudeltà, tanta violenza verso i nostri ragazzi in divisa. Quella contro la base italiana di Nassairiya fu una strage orrenda, vile nell’esecuzione, devastante negli effetti”.

blank

“Viviamo sempre di più in una società – ha aggiunto l’esponente di Fratelli d’Italia – che tanto si preoccupa dell’effimero, quanto si dimentica degli eroi. Ma noi di destra siamo diversi e non a caso siamo qui perché vogliamo testimoniare con la nostra presenza la più sincera e sentita gratitudine nei confronti di coloro che non agitavano le bandierine della pace, ma hanno dato la vita in una missione che tale finalità aveva ed ha”. “Noi donne e uomini di Fratelli d’Italia – ha concluso Foti – continueremo ad essere fieri e orgogliosi di essere italiani come lo erano quei militari e civili che una mattina di 14 anni fa sono stati vilmente uccisi e che a Nassiriya hanno dovuto rinunciare alle loro famiglie, ai loro sogni, ai loro progetti, al loro futuro, ma non di certo al coraggio che li sempre animati e li ha portati fino a lì”. ‎

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank