Giro d’Italia, giornata nera per Giorgia Bronzini. Vince la belga D’Hoore – AUDIO, FOTO e VIDEO

Giorgia Bronzini in sella negli ultimi metri al Giro Rosa.

Non poteva esserci tappa più sfortunata per Giorgia Bronzini che certamente immaginava una giornata ben diversa nella sua Piacenza. “La sfiga mi ha preso di mira” commenta la campionessa. “Ho dovuto cambiare bicicletta subito dopo il Bagnolo perché il cambio non andava, a meno 8 chilometri sono rimasta coinvolta in un incidente e sono caduta e infine a meno 3 chilometri si è rotto un raggio della ruota. Più di così oggi non poteva capitarmi. Il mio rammarico è di non essermela potuta giocare alla pari delle altre, mi spiace perché la mia città mi aspettava e arrivare così non era certo nei miei programmi. So perfettamente che la stima dei piacentini nei miei confronti non cambia e per questo ringrazio tutti coloro che oggi hanno voluto accogliermi e sostenermi con questo calore. Spero entro fine stagione di portare a casa qualcosa di grande”.

La quarta tappa del Giro d’Italia donne regala il bis a Jolien D’Hoore. La belga della Mitchelton Scott, vincitrice ieri a Corbetta, si ripete a Piacenza nella quarta frazione della Corsa Rosa dove allo sprint supera Marta Bastianelli (Alè Cipollini) e la finlandese Lotta Lepisto (Cervelo Bigla). Sempre in maglia rosa la canadese Leah Kirchmann (Sunweb).


“Giorgia! Giorgia!”. E’ un grido unanime che unisce bimbi, genitori, nonni, tifosi. Giorgia Bronzini è la classica campionessa davanti alla quale non si discute e intorno alla quale una comunità si stringe. Per lei è l’ultimo Giro d’Italia e passare davanti alla sua gente è per lei un onore. E la gente era davvero tanta alle 12 sul Pubblico Passeggio dove ha preso il via la quarta tappa della competizione. Una partenza ufficiale anche se il cronometro è scattato ufficialmente lungo strada Gragnana, al cosiddetto chilometro zero.

Insieme a Giorgia anche Elena Franchi: il ciclismo piacentino raddoppia, segno di uno sport che nella nostra provincia scoppia di salute. Ma oggi spazio anche alla solidarietà: Giorgia ed Elena, infatti pedalano contro la violenza di genere.

“Non è tardi per ricominciare…..e scegli una strada diversa e ricorda che l’AMORE non è violenza” (dal testo della canzone di Ermal Meta): questo è il messaggio che le due atlete piacentine, Giorgia Bronzini e Elena Franchi, veicoleranno durante il percorso del giro Rosa 2018 che interessa numerosi Comuni della provincia.

“Sono onorata e orgogliosa – spiega la Consigliera provinciale alle pari opportunità Simona Bellan – che le due atlete professioniste piacentine abbiano accettato di essere le protagoniste di questa “battaglia” di sensibilizzazione su una tematica così importante come la violenza di genere”.

“Il mio ruolo di presidente del Tavolo Provinciale contro la violenza di genere – continua Bellan – mi ha permesso di approfondire questa materia, convincendomi ancor di più della posizione privilegiata dello Sport per lo sviluppo di comportamenti idonei ad arginare qualsiasi violenza. Occorre un cambiamento culturale e in questo lo sport è essenziale perché entra nelle case di tutti. Ringrazio fin da ora Giorgia ed Elena che veicoleranno durante il percorso della tappa Rosa il messaggio destinato a tutte le donne e agli uomini che subiscono violenza, che è possibile ricominciare denunciando, che esiste una rete di professioniste/i in grado di dare un supporto concreto nella strada intrapresa”. Come le due professioniste, animate da una passione così grande, capaci di sfidare difficoltà e ostacoli per raggiungere i propri obiettivi in nome del ciclismo, così donne e uomini devono trovare la forza per ricominciare.
Per l’occasione Giorgia ed Elena scatteranno alcune foto con la maglietta riportante il logo del Tavolo Provinciale contro la violenza alle donne e il messaggio “Non è tardi per ricominciare…..e scegli una strada diversa e ricorda che l’AMORE non è violenza”, indossando durante il percorso un nastro rosa.

Starter d’eccezione il sindaco Patrizia Barbieri, accompagnata al “via” dall’assessore Massimo Polledri.


Il Giro Rosa approda a Piacenza che oggi ospita partenza e arrivo – sempre sul Pubblico Passeggio – della quarta tappa della nota manifestazione.

Il percorso prevede il passaggio a  Rottofreno, Borgonovo, Agazzano, Gazzola, Travo e Rivergaro, Grazzano Visconti, Ponte dell’Olio, San Giorgio e Podenzano. Il ritorno in città sul Pubblico Passeggio è previsto intorno alle 15.00.

Il tifo dei piacentini sarà per le atlete di casa Giorgia Bronzini e la fiorenzuolana Elena Franchi.

Ci tengo a far bene a Piacenza perché è il mio ultimo girospiega la campionessa Bronzini – sarà comunque una grande emozione questa giornata.

Quali i momenti più belli della tua carriera?

Il 2010 e il 2011 quando ho vinto il titolo Mondiale con la maglia azzurra, sono momenti che non dimenticherò mai

Sei una grande esempio per le giovani atlete

Lo spero e mi auguro possano avere anche una carriera più lunga e vittoriosa della mia. Per arrivare in alto facciamo tanti sacrifici che sono uguali a quelli degli uomini ma vengono ricompensati diversamente.

Traffico, divieti e limitazioni

Per consentire lo svolgimento delle manifestazioni, dalle 18 alle 24 di domenica 8 luglio sarà vietata la circolazione nel tratto di via Romagnosi tra via Carducci e piazza Duomo (fatta eccezione per i soli residenti che potranno, in via straordinaria, transitare in entrambi i sensi di marcia).

Contestualmente, sarà vietata la circolazione in via Daveri – escludendo dal provvedimento i soli residenti nelle vie Daveri e Romagnosi – e, in via Legnano, verrà istituito il divieto di sosta con rimozione forzata sul lato Nord.

A integrazione dell’ordinanza prefettizia riguardante il percorso di gara, si ricordano i provvedimenti stabiliti dal Comune per il tragitto di 3,5 km inerente al trasferimento delle atlete sul territorio urbano, dal punto di raccolta sul Facsal all’inizio della competizione in strada Gragnana.

Lunedì 9, già dalle ore 3 del mattino, sarà vietata la sosta su entrambi i lati di via Giordani (tra il Pubblico Passeggio e lo stradone Farnese), nel tratto di stradone Farnese tra via Giordani e piazzale Libertà, in piazzale Libertà, in viale Patrioti (tra piazzale Libertà e via IV Novembre), via Gobbi Belcredi, viale Dante Alighieri, via Bianchi e la sola corsia nord di via Pietro Cella, su entrambi i lati in via Calciati, piazzale Veleja e via Pubblico Passeggio. I cartelli di divieto verranno rimossi al termine del passaggio delle atlete, presumibilmente intorno alle 16.

Dalle 11 sino alle 16 circa, o fino a disposizioni della Questura, sarà vietata nelle stesse strade citate la circolazione (in via Pietro Cella, limitatamente alla careggiata impegnata, anche se durante il passaggio delle atlete sarà bloccato il traffico su entrambi i lati). Nelle strade afferenti al percorso in cui vige il senso unico di marcia, questo sarà eccezionalmente revocato, mentre nelle stesse vie la Polizia Municipale potrà estendere, laddove necessario, il temporaneo divieto di circolazione. Contestualmente, sarà invertito il senso di marcia in via Torta, tra via Gaspare Landi e piazzetta S. Paolo, con direzione consentita dalla prima alla seconda, nonché in via Bubba.

Per consentire il deflusso dei veicoli da via Prevostura e via Torta, dalle 11 alle 16 sarà inoltre disattivata la telecamera di controllo del varco Ztl di via Scalabrini, in piazzetta San Paolo.