Il giovane Giovanni Buttafava è Alfiere della Repubblica: con la Croce Rossa a fianco dei più bisognosi durante la pandemia. Il sindaco: “Orgoglio e riconoscenza”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha premiato tre giovanissimi emiliano-romagnoli con l’attestato d’onore di “Alfiere della Repubblica”.

Sono fra i trenta premiati perché nel 2021 si sono distinti per l’uso consapevole e virtuoso degli strumenti tecnologici e dei social network, anche in relazione ai problemi posti dalla pandemia.

I tre Alfieri sono Giovanni Buttafava (16 anni, di Gossolengo nel Piacentino), Aurora Vannucci (16 anni, di Parma) e Chiara Vecchi (13 anni di Monteveglio, nel Bolognese).

In particolare Giovanni Buttafava è stato premiato per l’impegno volontario con la Croce Rossa profuso durante i periodi di lockdown in aiuto di quanti si trovavano in maggiore difficoltà, in particolare delle persone anziane e con difficoltà di movimento.

Orgoglio e riconoscenza per Giovanni Buttafava, “Alfiere della Repubblica”

Anche il sindaco Patrizia Barbieri e l’assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati si associano ai sentimenti di orgoglio e riconoscenza già espressi da Alessandro Guidotti, presidente provinciale Cri, per l’onorificenza “Alfiere della Repubblica” attribuita al piacentino Giovanni Buttafava per il prezioso impegno come volontario durante i periodi di lockdown, rimarcandone il ruolo fondamentale per la realizzazione del progetto “La spesa in Comune”. “A soli 16 anni, nella primavera 2020 – sottolineano, a nome dell’Amministrazione comunale – Giovanni ha dato prova non solo della sua sensibilità e di una generosità d’animo straordinaria, ma anche di grande maturità nel coordinare l’operato insostituibile di tanti altri volontari. Questo riconoscimento così significativo, assegnato dal presidente della Repubblica, premia l’attività encomiabile e l’altruismo di Giovanni, che dopo le fasi più acute dell’emergenza pandemica ha continuato a prestare servizio, tra le fila della Croce Rossa, a favore dei più deboli, rendendo simbolicamente omaggio a tutte le ragazze e i ragazzi che, come lui, hanno scelto di dedicare tempo, energie e attenzione alle persone in difficoltà. E’ su queste basi, su questi esempi, che si costruisce il futuro della nostra comunità”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank