Gran Tour Francigena 2020, il 1 settembre scatta primo progetto post Covid del Teatro Trieste 34

Gran Tour Francigena 2020

Gran Tour Francigena 2020, il 1 settembre scatta il primo progetto post COVID 19 del Teatro Trieste 34.

Gran Tour Francigena 2020

blank

Radio Sound blank blank blank

Il Grand Tour era un lungo viaggio che l’aristocrazia europea, a partire dal XVII secolo,  compiva nell’europa orientale; di durata non definita aveva come destinazione preferita l’Italia. Furono circa 100.000 gli inglesi e decine di migliaia di francesi, tedeschi, scandinavi, che in quegli anni arrivarono nel nostro paese e per scoprire l’arte e la cultura di cui erano alla ricerca.Il Gran Tour è il primo esempio di turismo culturale di massa.

E’uno spettacolo

Gran Tour Francigena 2020 è il primo spettacolo della compagnia Piacenza Kultur Dom realizzato nel periodo post Covid 19, è anche il primo spettacolo della Stagione Teatrale 2020.2021 del Teatro Trieste 34, uno spettacolo, a pidei, di 1.000 km, della durata di 45 giorni. Non si volgerà al chiuso ma all’aperto, con la scenografia dei panorami italiani e con attori ogni giorno diversi.

Gran Tour Francigena 2020 è un progetto pensato per essere un segnale di ripartenza, di speranza, di possibilità al presente, camminando le 45 tappe che dal Passo del San Bernardo a Roma, cercando e intervistando per ogni tappa una compagnia teatrale, il direttore di un museo, un artista dello spettacolo dal vivo che operano sul territorio dove passa la tappa. Ogni intervista, della durata di 10 – 15 minuti, verrà preparata e messa online il giorno stesso sui canali social associati al progetto. Si andrà così creando, giorno per giorno, una linea rossa che scendendo dal Val d’Aosta arriverà a Roma, segnata da interviste, immagini, dei tanti piccoli operatori che compongono il tessuto culturale del paese.

Lo spettacolo inizierà in data 1° settembre dal Passo del Gran San Bernardo in Valle d’Aosta per terminare dopo 45 giorni in data 15 ottobre in Piazza San Pietro in Vaticano a Roma.

Un progetto che vuole essere il primo passo per la creazione, di una rete di realtà culturali, artistiche che arricchiscono, con i loro progetti, il territorio attraversato dalla Via Francigena, creando un racconto dell’Italia valorizzando l’aspetto culturale e che mi permetta di raccogliere materiali, immagini, pensieri per la creazione di un documentario e di uno spettacolo che racconti cosa vuol dire essere pellegrino/camminatore nel 2020 convivendo con il Covid 19.

A sostegno economico del progetto la compagnia teatrale ha lanciato una campagna di CROWDFUNDING, iniziata il giorno 8 luglio sulla piattaforma di crowdfunding IDEAGINGER, che servirà a raccogliere le risorse economiche necessarie. La raccolta fondi terminerà in data 31 agosto.

Obbiettivo dello spettacolo

Proporre e sperimentare nuove forme di creazione e fruizione teatrale e arstica, cercando attraverso nuovi linguaggi di produrre un prodotto teatrale che non finisca la sua “funzione” solo nel momento e nella durata della sua messa in scena. 

Rilanciare il Cammino della Via Francigena e le Fabbriche della cultura che operano sul territorio che attraversa, partendo dal Passo del San Bernardo arrivando a Roma.

Ridare valore al turismo lento, il turismo di prossimità, con il territorio attraversato in scala 1 a 1, ridando fiducia e coraggio a chi vuole praticarlo, dimostrando che è possibile muoversi anche dopo il Covid 19.

Dare spazio alle piccole realtà culturali, dal teatro a tutte le esperienze di spettacolo dal vivo, che lavorano sul territorio e creano la rete di attività culturali.

Passare dal turismo dei grandi numeri delle navi crociere al cammino passo dopo passo sul territorio, passare dai grandi teatri con costi immensi ai piccoli spazi culturali che lavorano con i piccoli numeri.

Periodo

Crowdfunding  – Luglio Agosto 2020

Cammino –  Settembre Ottobre 2020

Cosa è la Via Francigena ?

La Via Francigena è per l’itinerario storico che dal nord dell’Europa portava alla città eterna, la tratta italiana che inizia dal colle del Gran San Bernardo per discendere in pochi giorni nei grandi spazi della Pianura Padana. Da Fidenza sale in collina e comincia la lunga salita che porta a passare l’Appennino, tra le foreste del passo della Cisa. Attraversa la Toscana incontrando città che alla Via devono prosperità e ricchezza: Lucca e le sue cento chiese, San Gimignano e le torri, Siena adagiata sui suoi colli. Contempla paesaggi del Lazio incrociando la via Cassia romana, incrociando Viterbo, cinta dalle mura medievali per arrivare dopo 45 giorni a Roma

Modalità

Percorrere, a piedi, le 45 tappe della Via Francigena, intervistando ad ogni tappa gli operatori culturali che operano sul territorio. Da ogni intervista verrà ricavata un video della durata massima di 10 – 15 minuti che verrà pubblicati sui canali social in prima battuta del Teatro Trieste 34 e poi dei vari partner interessati al progetto.

Raccogliere materiale video, audio per realizzare un documentario finale

Patrocinio

A oggi il progetto ha ricevuto il patrocinio della Associazione Europea delle Vie Francigene e del Touring Club Italiano

Crowdfunding

I costi del progetto verranno sostenuti da una campagna di Crowdfunding aperta in data 08 07 2020 sulla piattaforma di crowdfunding IDEAGINGER, il costo da coprire tramite le donazioni è di € 3.100,00 totali.

Le donazioni serviranno a coprire i costi “vivi” del progetto, pranzi cene e pernotti, anche se in “modalità pellegrino”, per le 45 tappe del cammino, per l’acquisto dei software per videomaking e montaggio audio, del materiale tecnico, come microfono, videocamera e per la creazione della parte grafica del progetto.

Non coprono altri i costi, come  il lavoro di attore, regista, organizzatore di progetto, intervistatore, montatore video, scrittore, ricerca sponsor, fondi e patrocini istituzionali e tante altre grandi e piccole voci che fanno parte di un progetto così complicato.

In cambio, in base all’importo donato, ogni “amico” del progetto riceverà un dono di ringraziamento, dal più semplice, come un video con i momenti più belli del Gran Tour Francigena 2020, a quelli più fantasiosi come la scittura di un racconto per la tappa donata, oppure una conferenza spettacolo.

Ogni dono che daremo sarà comunque un gesto artistico, dal video, alla video chiamata, al racconto scritto o narrato fino allo spettacolo, chi donerà riceverà in cambio un momento di arte e spettacolo, a rimarcare l’importanza del gesto artistico, parte fondamentale del progetto del Gran Tour Francigena 2020.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank