In Emilia Romagna guariti i primi quattro pazienti. Caserma di San Polo pronta a ospitare la quarantena

La Protezione Civile dell’Emilia-Romagna ha allestito 14 punti-triage, davanti alle strutture ospedaliere che necessitano di spazi esterni per filtrare le persone che accedono ai servizi sanitari; 3 in provincia di Piacenza (Fiorenzuola d’Arda, Castel San Giovanni e Piacenza città).

blank

Sono in corso contatti con il Ministero della Giustizia, in merito all’esigenza di allestire tende o tensostrutture davanti a istituti penitenziari distribuiti sul territorio regionale. Il tutto con funzione di area per filtrare e monitorare i nuovi ingressi.

La caserma di San Polo per la quarantena

L’agenzia di Protezione civile allestirà le attrezzature e l’allestimento di strutture provvisorie esterne con funzione di servizi e spogliatoi. Strutture da montare presso gli spazi attrezzati del distaccamento aeroportuale di San Polo di Podenzano (Pc).

A identificare il sito è stato il Dipartimento nazionale di protezione Civile per ospitare le persone del nord Italia, in particolare dalla Lombardia, che non possono svolgere il periodo di quarantena presso il proprio domicilio. Un supporto logistico verrà assicurato anche dai volontari di Croce Rossa italiana e dal volontariato regionale di Protezione civile.

Ad oggi sono impegnati 54 volontari protezione civile, di cui 25 unità a Piacenza.

Quattro pazienti guariti in regione

Se i numeri dicono che oggi ci sono in Emilia-Romagna 85 nuovi casi di positività al virus in più rispetto a ieri, e 7 nuovi decessi, ci sono anche i primi 4 casi di pazienti affetti da Coronavirus “clinicamente guariti”. Per questi pazienti (2 di Lugo di Romagna, uno di Rolo e uno di Castelnuovo) si potrà parlare di guarigione completa solo dopo due tamponi negativi consecutivi; si tratta comunque oggettivamente di una buona notizia.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank