I Lyons giocano faccia a faccia con Calvisano ma cadono 16-24

rugby lyons

Ancora una prestazione di cuore, ancora una volta non coronata da punti in classifica. I Lyons giocano a viso aperto contro il Calvisano e limitano l’attacco avversario a tre mete, ma non riescono ad ottenere un punto di bonus difensivo meritato per quanto mostrato. Calvisano si è dimostrata una squadra cinica ed esperta, capace di ottenere il risultato appoggiandosi alla propria mischia, che ha messo in croce il reparto avanzato dei Lyons. Altra giornata non pienamente positiva per i bianconeri, che si confermano una squadra fastidiosa per tutti, a cui però manca sempre il classico centesimo per fare un euro.

La cronaca di Lyons-Calvisano

Sul calcio d’inizio subito Calvisano aggressivo, con un placcaggio pericoloso sulla presa di Forte. Dopo un pallone perso in touche dai Lyons, Calvisano risale il campo e al 5’ minuto entra nei 22 dei Lyons: azione insistita dei gialloneri, che dopo una maul avanzante e diversi pick and go è Susio che trova il varco giusto sul lato chiuso, bene imbeccato da Hugo.  Alla ripresa però subito un’occasione per i Lyons, con un calcio di punizione da 40 metri che Katz trasforma in 3 punti.

Calvisano che però non si fa pregare, e può sfruttare il talento dei propri trequarti: Trulla semina il panico nella difesa bianconera con un guizzo all’ala, ma al momento di servire il suo compagno di squadra il pallone cade, conservato dai giocatori gialloneri che riescono a marcare la meta con Venditti: al 20’ il punteggio è 3-14. Cambio in prima linea per i Lyons, con Scarsini che esce zoppicante sostituito da Salerno. Dopo una serie di scambi al piede, occasione per Hugo al 26’, con un calcio di punizione dai 40 metri: calcio preciso del sudafricano che allunga il divario tra le due squadre. Alla ripresa subito un fallo per un tenuto di Calvisano, e Katz colpisce dai 22 metri per il 6-17. Nel finale di frazione la formazione bresciana cerca la terza meta, ma per due volte la difesa bianconera fa buona guardia, fino al calcio di punizione in mischia che pone fine al primo tempo.

Secondo tempo

La seconda frazione si apre con i Lyons in attacco. Per 15 minuti i bianconeri restano nei 22 del Calvisano, ma la squadra di Garcia dal forcing ottiene solo 3 punti con Katz che punisce un fuorigioco sotto i pali, dopo diversi falli commessi dagli ospiti e anche un richiamo a Capitan Panceyra da parte dell’arbitro Gnecchi. Potrebbe essere il momento di schiacciare sull’acceleratore, ma Calvisano si affida alla propria mischia, che nel secondo tempo sale in cattedra macinando diversi calci di punizione. Dopo essere arrivati nei 22 avversari, il Calvisano detta legge e trova una meta di punizione su mischia, una segnatura che segna definitivamente la partita in favore dei calvini al 67’. Nel finale di partita i Lyons cercano di riaprire la partita, sfruttando qualche fallo di troppo del Calvisano: al 77’ è Giovanni Via a marcare alla bandierina servito ottimamente da Cocchiaro. I Lyons a questo punto avrebbero bisogno di una marcatore per riportarsi sotto break, ma ancora una volta la squadra di Gianluca Guidi è bravissima a congelare il pallone e impedire ai bianconeri di risalire il campo. Termina così la partita con il risultato di 16-24.

Ancora una volta i Lyons possono recriminare di non essere riusciti a ottenere almeno un punto, meritato alla luce di quanto prodotto, per alcune situazioni di poca precisione. Come nella partita di Reggio Emilia di settimana scorsa, i Lyons hanno dimostrato di avere un’ottima fase difensiva, negando ad avversari più quotati il punto di bonus, ma manca comunque almeno una segnatura pesante per mettere fino in fondo in difficoltà le squadre guida del campionato. I Leoni ci riproveranno sabato 23 gennaio sul campo del Petrarca Padova, unica squadra imbattuta finore nel Peroni TOP10.

Sitav Rugby Lyons v Kawasaki Robot Calvisano 16-24 (6-17)

Marcatori: p.t.  8’ mt Susio tr Hugo (0-7), 11’ cp Katz (3-7), 15’ mt Venditti tr  Hugo (3-14), 29’ cp Hugo (3-17), 31’ cp Katz (6-17)

 s.t. 51’ cp Katz (9-17), 67 mt punizione (9-24), 76’ mt G.Via tr Katz(16-24)

Sitav Rugby Lyons: Biffi; Via G., Paz (vcap), Forte(68’ Borzone), Bruno (cap); Katz, Via A.(77’ Efori); Masselli, Bance(70’ Bottacci), Petillo; Cissè(70’ Moretto), Salvetti; Scarsini (19’ Salerno), Rollero(59’ Cocchiaro), Acosta (62’ Cafaro) A disposizione: Tedeschi
All:
Gonzalo Garcia

Kawasaki Robot Calvisano: Trulla; Bronzini, Garrido Panceyra(cap)(70’ De Santis), Mazza, Susio(77’ Ragusi); Hugo, Semenzato(80’ Consoli); Casolari(75’ Maurizi), Martani(57’ Izekor), Zambonin; Venditti, Van Vuren; Leso(vcap) (53’ D’Amico), Luccardi(59’ Michelini), Brugnara A disposizione: Gavrilita
All: Gianluca Guidi

Arb.: Gianluca Gnecchi (Brescia)

AA1: Manuel Bottino (Roma)  AA2: Stefano Roscini (Milano)

Quarto Uomo: Carmine Marrazzo (Modena)

Cartellini: /

Calciatori:  Samuel Lee Katz 4/4  (Sitav Rugby Lyons), Schalk Hugo 3/3 (Kawasaki Robot Calvisano)

Note: Giornata fredda e soleggiata, terreno in perfette condizioni, partita disputata a porte chiuse

Punti conquistati in classifica:  Sitav Rugby Lyons 0; Kawasaki Robot Calvisano 4

Player of the Match: Nardo Casolari (Kawasaki Robot Calvisano)

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

App Galley