Il sindaco Barbieri revoca l’assessorato a Polledri: “Comportamento troppo personalistico”

Polledri premiato dall'Associazione ex allievi del collegio San Vincenzo

Il sindaco Patrizia Barbieri ha sottoscritto stamani, con effetto immediato, il decreto di revoca dalla carica di assessore comunale a Massimo Polledri. Le deleghe a lui assegnate, ovvero la promozione dell’attività sportiva, le politiche della famiglia, la promozione turistica, il turismo sociale, le politiche culturali e la valorizzazione del patrimonio artistico-culturale, restano attualmente di competenza esclusiva del sindaco.

Il provvedimento è motivato dal fatto che l’assessore Polledri ha tenuto un comportamento eccessivamente “personalistico” nello svolgimento delle proprie funzioni istituzionali. Inoltre la scarsa condivisione delle decisioni assunte con il primo cittadino e con i colleghi di Giunta, ha determinato effetti negativi sul raggiungimento degli obiettivi di mandato dell’Amministrazione.

Infine molte esternazioni a mezzo stampa da parte di Polledri, hanno esulato dalle deleghe assegnategli, prescindendo anche in questo caso, dal confronto con il sindaco e con la Giunta. Questi comportamenti, hanno determinato il venir meno delle condizioni di fiducia poste a fondamento della sua nomina ad assessore.

 

LEVONI (LIBERALI PIACENTINI): “ATTENDIAMO DI ESSERE CONSULTATI SUL SUCCESSORE”

Il gruppo consiliare dei Liberali Piacentini prende atto della decisione del sindaco e non entra nel merito della stessa, basata com’è, sul rapporto fiduciario tra sindaco e assessori. I Lberali intendono però sottolineare che non si tratta di espulsione, come scritto da agenzie di stampa sulla base di erronee e partigiane informazioni estranee al provvedimento sindacale, sebbene di sostituzione. Al proposito i Liberali Piacentini sottolineano che il loro appoggio esterno alla Giunta si basa anche sulla composizione della stessa. Si attendono quindi di essere consultati.

 

Le reazioni dei consiglieri comunali

L’assessore Paolo Garetti si dimette