La delusione Fedato

I punti di vista di Andrea Amorini

Una partita equilibrata che il Piacenza non meritava di perdere. Vorremmo limitarci qui nell’analisi della gara di ieri, ma per valutare un aspetto diverso rispetto all’arbitraggio, parlerei dell’occasione persa da Fedato per diventare parte integrante di questo gruppo. Titolare, dopo che Sestu durante il riscaldamento ha preferito non rischiare sentendo un dolore al polpaccio, ha dimostrato ancora una volta di non essere l’uomo giusto per questa squadra. Non dal punto di vista tecnico, dato che le sue caratteristiche si sposano perfettamente per giocare nel 4-3-3 caro a Franzini ma dal punto di vista comportamentale dato che lo stesso giocatore ancora non sembra aver capito che la serie C è una battaglia agonistica per tutta la partita a cui si possono aggiungere, ma solo se c’è questa base, le qualità tecniche che nel suo caso sono chiare. E’ facile che a questo punto a gennaio possa tornare alla base ed il Piacenza cerchi un altro esterno maggiormente pronto ma c’è ancora in programma una partita importantissima domenica in cui potremmo ancora non avere in campo Sestu. A quel punto varrà ancora la pena rischiarlo?