L’Assigeco ospita Jesi in un delicato scontro diretto

Assigeco Piacenza - Forlì

Partita fondamentale per l’UCC Assigeco Piacenza che domenica, alle ore 18.00, al PalaBanca ospiterà la Termoforgia Jesi di coach Damiano Cagnazzo, reduce dalla sconfitta nel derby marchigiano con Montegranaro.

blank

Gli arancioblù all’andata furono l’unica squadra ad infliggere una sconfitta senza storia ai ragazzi di Ceccarelli e, dopo un girone d’andata fatto di alti e bassi, distano soli due punti dall’Assigeco.

Sarà la classica sfida da dentro o fuori da non sbagliare, anche perché Piacenza in un attimo si troverebbe di nuovo di fronte all’incubo playout dopo un girone d’andata chiuso a ridosso delle prime 8.

Dillard e Jones con quasi 19 punti di media a testa guidano quello che è il terzo attacco più prolifico di tutto il girone Est, come dimostrano i quasi 100 punti realizzati con facilità nella partita d’andata. Punto debole degli avversari è sicuramente la difesa, penultima davanti alla sola Hertz Cagliari, probabilmente il principale motivo di una classifica, al momento, abbastanza deficitaria.

L’Assigeco però, dopo aver dato l’ennesimo calcio al secchio del latte in questa stagione nella partita contro Ravenna, non può più permettersi passi falsi contro una diretta rivale alla salvezza e farà di tutto per conquistare questi due punti fondamentali per il prosieguo del campionato.

I ROSTER
Assigeco Piacenza:
0 Diouf, 2 Montanari, 3 Bossi, 6 Ogide, 9 Formenti, 10 Antelli, 13 Graziani, 14 Piccoli, 15 Ihedioha, 21 Turini, 23 Murry, 43 Sabatini, 51 Vangelov. All: Ceccarelli.

Termoforgia Jesi: 0 Babacar, 1 Dillard, 5 Mentonelli, 8 Mascolo, 11 Baldasso, 14 Santucci, 15 Rinaldi, 20 Valentini, 21 Jones, 25 Montanari, 35 Toté, 44 Lovisotto. All. Cagnazzo
Termoforgia Jesi: 0 Babacar, 1 Dillard, 5 Mentonelli, 8 Mascolo, 11 Baldasso, 14 Santucci, 15 Rinaldi, 20 Valentini, 21 Jones, 25 Montanari, 35 Toté, 44 Lovisotto. All. Cagnazzo

DICHIARAZIONI DELLA VIGILIA
Coach Gabriele Ceccarelli: “Affrontiamo la squadra che, fino a questo punto del campionato, ci ha inflitto la sconfitta più pesante in quella che per noi è stata la nostra peggiore prestazione di questa stagione. Dovremo essere consci nel capire che Jesi è una squadra pericolosa, che non si affida solo alle mani dei due americani Dillard e Jones ma conta anche su un gruppo di italiani solidi, facendo del tiro da tre e dell’aumentare i ritmi e i possessi le loro armi principali. Noi siamo molto arrabbiati per l’ennesima partita persa sul filo di lana a Ravenna e quindi vogliamo dare un messaggio prima di tutto a noi stessi per dare una svolta al nostro campionato”

Matteo Piccoli, guardia: “Contro Jesi ci aspetta una partita tosta. Quella dell’andata è stata la nostra peggiore partita, vogliamo riscattarci. É la mia ex squadra e i tanti applausi ricevuti dai miei ex tifosi all’andata sono stati davvero speciali. Vogliamo questa vittoria per rialzarci dopo l’immeritata sconfitta a Ravenna. Abbiamo tutti bisogno dei due punti. Sarà una partita fondamentale. Sono carico”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank