Rete “Le Città delle Donne”, a Expo 2020 il manifesto dei diritti femminili. L’assessore Sgorbati: “Piacenza parte integrante dell’iniziativa”

crisi economica, Sgorbati

Ha una dimensione internazionale la rete “Le Città delle Donne”, cui anche il Comune di Piacenza, dal febbraio di quest’anno, ha aderito rispondendo positivamente all’invito dell’imprenditrice Nadia Bragalini, ambasciatrice del progetto per il nostro territorio e per l’Emilia. Proprio in questi giorni, a margine del Forum sulla leadership femminile tenutosi nel Padiglione Italia di Expo 2020, è stata consegnata al Commissario generale per l’Italia a Expo Paolo Glisenti la “Carta di Dubai”, manifesto focalizzato sui diritti femminili che l’associazione “Le città delle donne” è stata tra le prime a condividere con altri sodalizi e assume, in un contesto tragicamente segnato dal conflitto alle porte dell’Europa, un significato ancor più importante.

“Non possiamo che esprimere anche l’orgoglio di Piacenza – sottolinea l’assessore alle Pari Opportunità Federica Sgorbati – nel sentirci parte integrante di questa iniziativa, che ha l’obiettivo di richiamare l’urgenza e la priorità di politiche del lavoro, di sostegno all’imprenditorialità, di formazione, innovazione e ricerca capaci di valorizzare e promuovere il protagonismo femminile. Ancor più in questo difficile momento, è essenziale riaffermare il ruolo delle donne come tessitrici di relazioni e costruttrici di pace”.

blank

Le fanno eco le parole di Nadia Bragalini: “Alle donne spetta il compito di convincere la società a vivere un 8 marzo che duri tutto l’anno, a scrivere il futuro già nel presente. Si tratta di cambiare passo, di acquisire maggiore consapevolezza analizzando, in un’ottica di genere, le prospettive della sostenibilità. Un ringraziamento particolare va a tutte le persone e le istituzioni che hanno reso possibile questo traguardo, a cominciare dalla presidente nazionale Isa Maggi e dalla ambassador delle Città delle Donne e nostra rappresentante a Dubai Laura Gori, unitamente alla Federazione dei Dipolomatici e Consoli Esteri e al Centro Incontri Diplomatici. Sono grata al sindaco Patrizia Barbieri e all’assessore Federica Sgorbati per aver accolto la mia proposta e scelto di coinvolgere anche Piacenza nell’adesione ai principi fondanti di questo percorso”.

Nei prossimi giorni, Amministrazione comunale e rete “Città delle Donne” saranno ancora insieme per la posa della panchina rossa in memoria di Zahira Aitali, vittima di femminicidio nel 2009, uccisa dall’ex marito nella zona tra via Vaiarini e via Boscarelli.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank