Tra le opere della Ricci Oddi con il Piacenza Jazz Fest il 24 febbraio

2014

Piacenza– Visto l’incredibile successo riscosso nelle scorse edizioni, oltre alla sintonia di intenti che lega il Piacenza Jazz Club e la Galleria “Ricci Oddi”, l’appuntamento di quest’anno vedrà dialogare alcuni dei quadri di questo autentico gioiello piacentino con la musica del trio Biondini-Tosques-Balducci, composto da Luciano Biondini alla fisarmonica, dalla chitarra classica di Antonio Tosques e dal basso acustico di Pierluigi Balducci. Il trio si esibirà sabato 24 febbraio alle 17.30 presso la Galleria “Ricci Oddi”. Anche tutte le iniziative messe in campo per quello che è stato definito dagli organizzatori L’Altro Festival, sono rese possibili grazie al sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, oltre che della Camera di Commercio di Piacenza e della Regione Emilia-Romagna.

Un modo nuovo di vivere le opere del museo piacentino, un’immersione nella bellezza figurativa e musicale grazie al progetto “Leggero” del trio di musicisti anconetani e baresi. Oltre alla possibilità di visitare un luogo che rimane forse un po’ nascosto, ma che invece merita di essere vissuto e amato dai suoi concittadini, vi è anche il piacere di avvicinare linguaggi e ambiti sensoriali differenti, che consentono di sviluppare un diverso approccio alla conoscenza, da un lato delle opere pittoriche, ma dall’altro anche della musica che le commenta, svelandole quasi come venissero viste per la prima volta. Una musica d’avventura, perennemente oscillante tra Mediterraneo e Mitteleuropa, tra folklore e tradizione colta. Seguendo una sorta di periplo europeo, l’ensemble propone un discorso coerente, al cui centro rimane l’esperienza jazzistica del fare musica. Una musica sensuale e suadente, capace di strappare qualche stupito sorriso per le sue stregonerie, ma anche di essere così amabilmente crudele. I temi fluidi, creativi, emozionali, si impongono per poesia e ispirazione; le composizioni, intrise di danza, svelano presto la loro natura di sogni raccontati con le note, che scorrono come un flusso motivato e potente a commentare un percorso preparato tra i dipinti.

 

Luciano Biondini, fisarmonicista dal tocco impeccabile, è dotato del linguaggio maturo proprio di chi possiede una profonda conoscenza della tradizione jazzistica moderna e un revisionismo storico tutto personale. Antonio Tosques è chitarrista poliedrico che ha suonato in diversi contesti musicali. Pierluigi Balducci ha suonato, alternando basso elettrico e basso acustico, in numerosi festival e jazz club in Italia, Europa e Asia.

 

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito www.piacenzajazzfest.it o visitare la pagina Facebook del festival www.facebook.it/piacenzajazzfest. Per contatti si può scrivere alla mail a biglietti@piacenzajazzclub.it oppure telefonare allo 0523.579034 – 366.5373201