Legò e chiuse nel bagagliaio dell’auto una lucciola, 52enne condannato

Legò, imbavagliò e chiuse nel bagagliaio dell’auto una prostituta, condannato a 2 anni e 6 mesi di carcere. Protagonista un uomo piacentino di 52 anni. I fatti risalgono alla notte del 2 settembre 2017. Una guardia giurata era in transito tra le campagne di Saliceto di Cadeo quando si imbattè in una donna, una rumena di 23 anni, nuda, ferita e legata. La giovane raccontò al vigilante di essere fuggita dal bagagliaio di una vettura, lì era stata rinchiusa da un cliente che prima l’aveva legata e imbavagliata.

La guardia giurata chiamò i soccorsi e la donna fu ricoverata al pronto soccorso con ferite guaribili in trenta giorni. Il 52enne è stato processato e questo pomeriggio è stata emessa la sentenza: 2 anni e 6 mesi di carcere.

Il 52enne ha sempre negato il rapimento e la violenza, parlando invece di un gioco erotico estremo del quale aveva perso il controllo.