“Libertà per gli antifascisti” sit in davanti alle Novate a sostegno dei tre arrestati

Un presidio a sostegno di Lorenzo Canti, 23 anni, Moustafa Elshennawi, 23 ann, e Giorgio Battagliola, 29 anni, i tre antagonisti arrestati dopo gli scontri di sabato scorso a Piacenza. Il sindacato Si Cobas, gruppi No Tav e alcuni militanti dei centri sociali, si sono recati questa mattina davanti al carcere delle Novate per un sit in a sostegno dei tre giovani. Circa un centinaio di persone ha intonato cori e sventolato bandiere sotto il monitoraggio attento delle forze dell’ordine, via Delle Novate è rimasta chiusa al traffico per alcune ore. Non si sono comunque registrati momenti di tensione.

I tre arrestati avrebbero partecipato al pestaggio del brigadiere del Battaglione di Bologna, chi facendolo cadere a terra con uno sgambetto chi infierendo contro di lui utilizzando lo scudo di ordinanza sottrattogli poco prima. I tre si trovano ancora al carcere delle Novate: Elshennawi e Battagliola, questa mattina, sono stati interrogati dal giudice per le indagini preliminari che avrebbe confermato la custodia cautelare in carcere. Canti sarà interrogato nelle prossime ore.