Lite tra profughi, Murelli e Pisani (Lega): “Tempi più rapidi per espulsioni e verifica dello status di rifugiato”

«Che quei due vadano espulsi è innegabile. Ora bisogna vagliare i reali motivi per cui chiedono la protezione all’Italia. Il problema della legalità, e della mancata integrazione, purtroppo porta alcune persone a risolvere i problemi con la violenza o a delinquere». La deputata Elena Murelli e il senatore Pietro Pisani, intervengono dopo la lite tra due profughi a San Nicolò, «ennesimo episodio di inciviltà da parte di chi viene ospitato nel nostro Paese».

blank

«Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha già annunciato – continuano – norme più veloci per le espulsioni e anche tempi più rapidi per analizzare le richieste di tanti profughi – attualmente servono due anni e mezzo – che, alla fine, si scopre che profughi non sono».

Per i parlamentari della Lega «queste persone mantenute dalla collettività non lavorano, faticano a integrarsi in barba alle leggi e ai nostri costumi, e non vedono un futuro davanti a loro. Il governo vuole rivedere il decreto Minniti dell’aprile 2017, sulle espulsioni, che prevede i “Centri di permanenza per il rimpatrio” i quali, però, stentano a decollare. L’altro piano su cui stiamo lavorando è quello degli accordi con i Paesi di provenienza degli immigrati irregolari: finora ne sono stati siglati con Tunisia, Egitto, Nigeria, Sudan e Gambia».

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank