Mantova – Piacenza, i biancorossi sono pronti alla battaglia del “Dino Martelli”

Mantova - Piacenza

Per la dodicesima giornata del girone A di serie C va in scena un altro grande classico. Dopo il pareggio di prestigio con il Padova in campionato e la sconfitta ai calci di rigore con il Sangiuliano in Coppa Italia il Piacenza di mister Scazzola è pronto alla trasferta di Mantova che vale tantissimo in termini di classifica. Vincere significherebbe infatti avvicinare i lombardi e rientrare in corsa per la salvezza. Non vincere o peggio ancora perdere vorrebbe dire complicare ulteriormente un percorso già in salita.

blank

Ascolta Mantova Piacenza su RADIO SOUND

Piacenza, ora è il momento di concretizzare

Sono diverse giornate che il Piacenza mostra un buon calcio, e non ha fatto eccezione nemmeno l’impegno di coppa. La squadra di Scazzola pur evidenziando diverse lacune, specialmente in fase difensiva, ha sicuramente migliorato le cose nella costruzione del gioco. Con Renate, Trento e Padova avrebbe meritato sicuramente qualcosa di più eppure, complici anche alcune decisioni arbitrali avverse, i biancorossi sono ancora in fondo alla classifica a secco di successi. Il calendario li mette di fronte ad una sfida con un’altra squadra in difficoltà: il Mantova

Quart’ultimi in campionato i ragazzi di Nicola Corrent non spiccano per la compattezza: hanno infatti la seconda peggior difesa del campionato con 20 reti subite, seconda in questa poco invidiabile primato proprio al Piacenza che me ha incassate ben 24. I biancobardati hanno parzialmente migliorato la loro situazione con due vittorie nelle ultime 5 (ai danni di Pergolettese e Pordenone), ma arriveranno al match dopo la sconfitta con il Trento che li costringe ancora in piena zona playout.

Piacenza cosa migliorare in fretta

Benché ci sia stato un netto miglioramento a livello di atteggiamento e di gioco è altresì vero che il Piacenza mostra alcune costanti negative: Scazzola non è ancora riuscito a trovare l’antidoto al primo dei mali biancorossi, ossia il classico gol subito nei primi 15′. Partire sotto è sempre molto complicato, figuriamoci in questa situazione di classifica.

blank

Un altra costante di cui mister e giocatori farebbero volentieri a meno sono i gol sbagliati che purtroppo stanno costando molto caro in termini di punti. Se la squadra riuscirà a trovare la soluzione a questi due problemi la rimonta in classifica sarà una diretta conseguenza.

La probabile formazione

Piacenza (3-5-2): Tintori: Nava, Cosenza, Masetti, Frosinini, Munari, Sulijc, Nelli, Gonzi. Cesarini, Morra. All. Scazzola

Il turno di Campionato

Sabato 5 novembre, ore 17:30
Pro Vercelli – Albinoleffe

Domenica 6 novembre, ore 14:30
Pro Patria – Triestina
Renate – Pergolettese
Sangiuliano – Verona
Treno – Pro Sesto

blank

Domenica 6 novembre, ore 17:30
Vicenza – FeralpiSalò
Padova – Arzignano
Pordenone – Lecco
Mantova – Piacenza DIRETTA SU RADIOSOUND

La classifica

Renate 22; Lecco, Pordenone e Novara 20; FeralpiSalò 19; Padova 18; Vicenza, Arzignano, Pro Vercelli e Pro Sesto 17; Pro Patria e Sangiuliano 15; Pergolettese 14; Juve Next Gen 13; Trento e Albinoleffe 12; Mantova 11; Triestina 10; Virtus Verona 6; Piacenza 5.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank