Il messaggio di monsignor Adriano: “Impariamo a vivere la precarietà, questa emergenza ci ha fatto capire che non ci si salva da soli” – AUDIO

blank
Piacenza 24 WhatsApp

“Un invito in occasione del Natale, abitare questa precarietà. Spesso in maniera illusoria l’abbiamo dimenticata, ci siamo illusi che non ci appartenesse, e invece ci appartiene. L’esistenza è qualcosa di precario. In questo senso il Natale ci da una sicurezza: la nostra precarietà non è un incidente, bensì è il modo in cui Dio ci sta accanto. Questo tempo non è una parentesi da superare, bensì una condizione che dobbiamo imparare a vivere. Qualche decennio fa era normale la precarietà, poi ci siamo illusi che ora non fosse più così. Invece rimane, dobbiamo imparare a viverla.

Con queste parole monsignor Adriano Cevolotto, vescovo della Diocesi di Piacenza e Bobbio, si è rivolto ai piacentini in occasione del Natale.

“Dopo poco più di un anno a Piacenza, il mio bilancio è positivo perché mi sono reso conto delle tante energie e delle tante forze presenti in questo territorio. Un lato positivo di questa situazione emergenziale è l’averci fatto capire che non ci si salva da soli, ci si salva insieme. Credo che questo sia un effetto positivo che ha superato un certo individualismo”.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank