Nuovo pronto soccorso pediatrico, al via i lavori. Oltre 7mila accessi da inizio anno – AUDIO

blank

Sono iniziati nei giorni scorsi, all’ospedale di Piacenza, i lavori di ampliamento del Pronto soccorso pediatrico. Grazie alla copertura del terrazzo adiacente al reparto, si ricaveranno una cinquantina di metri quadrati in più da destinare all’attività clinica e alla creazione di una nuova sala d’attesa, più funzionale alle esigenze rispetto a quella attuale. Il triage sarà inoltre dotato di un’area di osservazione.
Durante i lavori, l’accesso al Pronto soccorso pediatrico avviene dal Pronto soccorso generale.

blank

Il Pellicano Piacenza Onlus si occuperà dell’arredamento e delle decorazioni di quest’ultima, nell’ambito del progetto L’ospedale cresce con noi, con l’obiettivo di far sentire accolti i piccoli pazienti e le loro famiglie e limitare al massimo la paura e il disagio dei piccoli anche durante l’attesa.

Contestualmente al cantiere per l’ampliamento del Pronto soccorso pediatrico, prosegue la riqualificazione delle stanze della Pediatria. Non appena possibile partiranno i lavori per cambiare il volto anche di due ambienti dedicati alla degenza.

 

IL CANTIERE PER L’AMPLIAMENTO DEL PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO

Nel complesso l’intervento di riadeguamento interessa un’area di circa 200 mq. Con l’occasione vengono rivisti e adeguati alle normative gli impianti di gas medicali condizionamento e trattamento aria. Il cantiere, su progetto e direzione lavori del Dipartimento tecnico dell’Azienda, deve tenere conto del funzionamento del reparto, che naturalmente non può mai essere fermato. La sistemazione degli impianti e lo smaltimento dei detriti di demolizione hanno quindi richiesto particolari accorgimenti tecnici, per limitare al minimo i disagi e non ostacolare il lavoro quotidiano degli operatori.

I lavori si protrarranno indicativamente fino all’inizio dell’inverno. L’obiettivo è quello di avere una zona d’attesa e di triage più spaziosa e comoda per i bambini e per le loro famiglie. Anche la zona d’osservazione e i due ambulatori per le visite potranno essere ridisegnati in spazi più funzionali alle attività. L’intervento costerà all’Azienda circa 300.000 euro.

blank

 

ACCESSO MODIFICATO FINO ALLA CONCLUSIONE DEI LAVORI

Al Pronto soccorso pediatrico la quasi totalità di pazienti accede con mezzo proprio: il 94 per cento è autonomo e solo il 4 per cento arriva con mezzi di soccorso.

Per questo è importante ribadire che il cantiere ha reso necessaria una modifica del percorso di accesso. Per raggiungere il Pronto soccorso pediatrico è necessario utilizzare l’ingresso del Pronto soccorso generale. Un’apposita segnaletica interna guiderà le famiglie lungo il corridoio interno, per raggiungere l’ascensore di accesso al blocco C.

 

IDENTIKIT DEI PICCOLI PAZIENTI: ETÀ BASSA E ACCESSO CON MEZZI PROPRI

Per quanto riguarda la tipologia degli utenti del Pronto soccorso pediatrico, l’età media è decisamente bassa: il 63% degli accessi riguarda bambini con età inferiore a 5 anni; il 28 per cento ne ha meno di 2.

Le patologie più frequenti sono le forme acute respiratorie, gastroenteriti e i traumatismi. Ben rappresentati sono anche i disturbi di tipo neurologico, come cefalea, crisi convulsiva e altro.

IN QUASI 18 ANNI DI ATTIVITÀ, CURATI 215.000 BAMBINI. 14MILA ACCESSI ALL’ANNO

Dall’inizio della sua attività (Santa Lucia, 13 dicembre 1999) a oggi, il Pronto soccorso pediatrico ha assistito circa 215.000 bambini. Dal 2015, l’attività annuale si è stabilizzata a circa 14mila accessi.

Nel 2018 siamo già a oltre 7mila, trattenuti in OBI 754, con una lieve diminuzione rispetto all’anno scorso (caratterizzato da una epidemia più prolungata di forme respiratorie) ma su valori paragonabili.

Nell’ultimo mese e mezzo, si registra una significativa preferenza dei cittadini del basso lodigiano a rivolgersi alla nostra struttura, con accessi quasi triplicati rispetto a quelli dell’anno scorso (da 59 nel 2017 a 149 nel 2018 in 41 giorni).

IL PELLICANO CONTRIBUISCE CON DECORAZIONI E ARREDI

Il Pellicano Piacenza Onlus ha già stanziato fondi per le decorazioni e gli arredi, che contribuiranno a far sentire i bambini più sereni e accolti durante l’attesa.

 

ALTRE DUE STANZE DI DEGENZA RIQUALIFICATE GRAZIE AI DONATORI DELL’ASSOCIAZIONE

Prosegue contestualmente anche il progetto di riqualificazione delle stanze della Pediatria. Non appena possibile partiranno i lavori per sistemare gli ambienti, che sono stati progettati dando forma ai desideri espressi da bambini e ragazzi che hanno partecipato al concorso di idee L’ospedale cresce con noi.

Le stanze oggetto di riqualificazione risponderanno alle diverse esigenze dei neonati, dei bambini ma anche degli adolescenti, tenendo conto delle peculiarità di ciascuna fascia d’età.

Il progetto prevede la realizzazione di camere a due letti, caratterizzate da un tema originale narrato dalle decorazioni alle pareti, con un’armonia cromatica che coinvolge anche gli arredi e il pavimento. Le attrezzature sanitarie sono il più possibile “nascoste”, per ridurre l’ansia dei piccoli pazienti. In più, accanto al letto, è prevista una poltrona confortevole per i familiari. Gli spazi comodi e colorati sono stati concepiti per far sentire i bambini a proprio agio, creando un luogo che ricordi la propria casa e “faccia dimenticare” il più possibile di trovarsi in un ospedale.

L’Azienda Usl di Piacenza sostiene i costi per la ristrutturazione delle stanze, mentre l’associazione Il Pellicano Piacenza Onlus si occupa di tutti quegli aspetti della riqualificazione che rendono gli ambienti “a misura di bambino e adolescente”. I fondi sono stati raccolti dall’associazione grazie a diverse iniziative e al contributo di molti donatori che hanno aderito al progetto Adotta 1MQ a misura di bambino per rendere concreti i sogni dei piccoli piacentini.

Le decorazioni alle pareti sono realizzate dagli artisti dell’associazione Fuori Serie che comprende utenti del dipartimento di Salute mentale dell’Ausl di Piacenza.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank