Oltre 200 lavoratori a rischio, liquidazione coatta amministrativa per la CO.SE.PI. AUDIO

Liquidazione coatta amministrativa per la CO.SE.PI., cooperativa piacentina nata negli anni 60 che si occupa di vari servizi dal movimento merci alla logistica di magazzino, dal confezionamento merci alla produzione e vendita di articoli sportivi e pubblicitari.

La procedura di liquidazione è partita nei giorni scorsi ed è stato nominato come commissario liquidatore l’avvocato piacentino Andrea Marchi.

La CO.SE.PI. é un’azienda che da lavoro a oltre 200 addetti e per ora è prematuro, parlare di decisioni:”è presto si saprà qualcosa di più la prossima settimanaspiega al microfono di Radio Sound Andrea Marchiora stiamo valutando qual è l’iter procedurale più corretto per procedere. L’obiettivo principale è quello di cercare di preservare l’occupazione”

La storia della ditta si può far risalire alla fine degli anni sessanta, quando Giacomo Cristalli fondò la “Carovana Facchini Cristalli”, amministrata con successo per oltre un decennio. Allo scopo di ampliare i settori di attività lavorativa e produttiva, nel 1980 Giacomo Cristalli diede vita a CO.SE.PI. scarl – Cooperativa servizi Piacentini una nuova azienda che ereditò l’esperienza della Carovana Facchini.

Cgil, Cisl e Uil esprimono grande preoccupazione per gli oltre 200 addetti della storica società Cooperativa CO.SE.PI, che dal 01 di giugno è entrata in liquidazione coatta amministrativa. E’ prematuro pronunciarsi sul destino dei lavoratori interessati poichè il Commissario Liquidatore, con il quale siamo quotidianamente in contatto, da meno di due settimane ha assunto l’incarico. Ciò che al momento possiamo esprimere con certezza è che siamo tutti al lavoro per garantire al personale il pagamento di quanto dovuto per le retribuzioni scadute e, soprattutto, la salvaguardia del posto di lavoro. Si stanno vagliando numerose ipotesi che vanno nella direzione auspicata, la situazione è estremamente articolata ma grazie alla disponibilità offerta da tutti i soggetti coinvolti, organi della procedura e committenti, vogliamo credere in una soluzione favorevole. Le sedi provinciali dei sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil sono a disposizione dei lavoratori e delle lavoratrici.