Oltre due ore e un quarto di battaglia, la Gas Sales corsara a Catania

Gas Sales Piacenza corsara a Catania

Ci vogliono oltre due ore e un quarto di battaglia alla Gas Sales, ma alla fine i biancorossi proseguono la striscia positiva e superano in trasferta anche Catania, terza in classifica.

Una vittoria che permette a Piacenza di allungare in graduatoria, adesso il vantaggio sulla coppia composta dagli etnei e Grottazzolina (prossima avversaria al PalaBanca) sale a otto lunghezze. Grande protagonista della gara è Alessandro Tondo, per il centrale ben 20 punti a referto con 4 muri, 2 ace e il 70 per cento in attacco. Ma da applausi è stata pure la prova del suo compagno di reparto Riccardo Copelli, protagonista di una giornata da ricordare a muro, con 7 punti nel fondamentale e 13 totali sul tabellino.

A festeggiare la vittoria anche il nutrito gruppo di Lupi Biancorossi, che ha seguito la squadra fino in Sicilia facendo sentire la propria voce all’interno del PalaCatania dal riscaldamento fino alla festa finale, che ha coinvolto tifosi e giocatori. Piacenza è partita discretamente, trovandosi subito a rincorrere i padroni di casa con il punteggio a fare da elastico: etnei avanti e biancorossi a raggiungere gli avversari. Sul 20-18 l’Elios sembra aver conquistato il gap decisivo, invece Mercorio pareggia a 22, prima che Fei mandi fuori l’attacco del 25-23 per i locali.

A questo punto la formazione di Botti cambia ritmo, crescono sia la battuta sia il muro, l’ace di Paris porta gli ospiti avanti 10-6, quello di Mercorio 18-13. Catania prova a restare in partita ma questa volta viene ricacciata indietro dal muro: Copelli mette a terra il 21-16 e la replica vale il 25-18. Adesso la Gas Sales sembra avere una marcia in più, anche se l’avvio della terza frazione è nel segno dell’equilibrio. L’Elios sbaglia un paio di palloni e regala prima il 14-12 quindi il 17-14. Diventa protagonista anche Canella, nuovamente utilizzato nel cambio under con Copelli e sempre molto positivo in battuta, quindi Tondo e Fei prendono per mano Piacenza fino al 25-20.

I Lupi biancorossi iniziano a pensare alla festa, ma la speranza che gli emiliani possano uscire dal campo con tre punti inizia a vacillare quando Catania parte e trova subito il 5-1 nel quarto set. A questo punto la formazione di Botti inizia a giocare, ma raggiungere i padroni di casa diventa complicato. Invece pallone dopo pallone Piacenza risale e con il muro di Tondo pareggia a quota 20, prima di agguantare il vantaggio con un ace di Fei. Il muro di Mercorio vale un match point, ma inizia un lungo batti e ribatti che favorisce Catania con il definitivo 28-26.

Nel tie break partono meglio i siciliani (3-1), poi diventa grande protagonista Tondo con ace e muro per il 6-4. I biancorossi tengono in mano la frazione restano sempre avanti, fino a quando il solito centrale mette fine alla gara con il 15-11 che consolida la seconda posizione di Piacenza.

ELIOS MESSAGGERIE CATANIA-GAS SALES PIACENZA 2-3 (25-23, 18-25, 20-25, 28-26, 11-15)

ELIOS MESSAGGERIE CATANIA: Petrone 1, Bonacic 14, Corrado 4, Gradi 24, Chillemi 9, Reina 8, De Costa (L), Pricoco (L). N.E. Finoli, Nicosia, Porcello. All. Puleo

GAS SALES PIACENZA: Paris 3, Mercorio 9, Copelli 13, Fei 16, Yudin 16, Tondo 20, Cereda (L), Klobucar 0, Canella 2, Fanuli (L). N.E. Beltrami, Ceccato, Ingrosso, De Biasi. All. Botti

ARBITRI: Noce, Carcione

NOTE – durata set: 27′, 26′, 30′, 37′, 16′; tot: 136′.