A Piacenza Expo torna il Mercato dei vini, 510 espositori e buyer dal Giappone: “Riferimento internazionale”

blank

A Piacenza Expo più di 500 vignaioli pronti a raccontarsi attraverso i loro vini. Anche quest’anno torna per la settima edizione il Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti, appuntamento il 25 e 26 novembre. Numeri in costante crescita per una manifestazione che ormai è divenuta celebre a livello internazionale, come conferma Alessandra Bottani, responsabile della manifestazione: “Sì, ormai il Mercato dei Vini FIVI è divenuto un punto di riferimento per il settore anche all’estero, secondo solo al Vinitaly. Gli espositori sono sempre più numerosi, non a caso quest’anno per la prima volta occuperemo tutto il padiglione con ben 510 cantine. Sono rappresentate tutte le regioni d’Italia senza contare due cantine provenienti dalla Francia. Inoltre, quest’anno sarà presente anche un buyer dal Giappone”.

blank

Anche quest’anno nei due giorni del Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti di Piacenza (25-26 novembre) sono previsti quattro momenti di approfondimento sul rapporto tra vignaioli e territorio. Quattro degustazioni a tema, guidate direttamente da vignaioli, che racconteranno i luoghi e i territori del vino in Italia.

Sabato 25 novembre alle ore 14.00 la verticale di Cuvée Bois Les Crêtes di Costantino Charrere, tra i fondatori della FIVI e suo primo presidente, guidata da Mario Pojer – vignaiolo in Trentino. Un percorso alla scoperta di un vino fondamentale nella storia enologica in Italia, in grado di imporre all’attenzione nazionale una viticoltura, quella valdostana, che viveva prima relegata entro i limiti dei confini regionali. A seguire, alle ore 17.00 la degustazione dedicata alla Vernaccia di San Gimignano di Montenidoli, guidata da Angela Fronti – vignaiola in Toscana. Elisabetta Fagiuoli, vignaiola dell’anno per la FIVI nel 2015, racconterà il suo vino in un percorso che è quasi un viaggio dentro a se stessa.

Domenica 26 novembre alle ore 14.00 ci sarà la degustazione dei Prosecco Colfondo, specchio della nuova tendenza dei vini rifermentati in bottiglia, guidata da Gigi Nembrini – vignaiolo in Lombardia. I produttori di Conegliano, Valdobbiadene e Asolo racconteranno il loro legame con un vino che è una parte fondamentale di storia del loro territorio. Sempre domenica alle ore 17.00 la verticale di Rocce Rosse di Ar.Pe.Pe., guidata da Christoph Künzli – vignaiolo in Piemonte – alla scoperta di un territorio difficile e impervio come la Valtellina, della viticoltura eroica e della chiavennasca (nome locale dato al nebbiolo).

Il Mercato di Piacenza è certamente l’occasione migliore dove incontrare i vignaioli aderenti alla Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti. Gli espositori di questa settima edizione saranno più di 500. Provenienti dalle diverse regioni d’Italia, sono tutte aziende agricole che seguono l’intera filiera produttiva, curando personalmente ogni passaggio, dalla vigna alla vinificazione, fino ad arrivare alla vendita. Per iscriversi alle degustazioni: http://www.mercatodeivini.it/prevendita/

Il Premio Romano Levi sarà consegnato ai due coniugi domenica 26 novembre a Piacenza durante il Mercato FIVI. Per la prima volta sarà premiata una coppia che nella vita ha condiviso qualcosa in più della passione per la vigna: i Forlini Cappellini, vignaioli in Riomaggiore, Cinque Terre. I due pilastri dell’azienda, Germana Forlini, classe 1936, e Alberto Capellini, classe 1932, sono, ancor prima che soci, marito e moglie dal lontano 1966.

Il Mercato dei vini in breve
Quando: sabato 25 e domenica 26 novembre 2017
Dove: Piacenza Expo
Orario di apertura al pubblico: dalle 11.00 alle 19.00
Ingresso: € 15.00 comprensivo di bicchiere per degustazioni
Ingresso ridotto: € 10.00 per soci AIS – FIS – FISAR – ONAV e SLOW FOOD (il socio deve mostrare tessera valida dell’anno in corso) e possessori del biglietto della manifestazione MareDivino 2017
Parcheggio: gratuito
I minorenni non pagano l’ingresso e non possono effettuare degustazioni.

Elenco dei Vignaioli Indipendenti Piacentini presenti in Fiera
• AZIENDA AGRICOLA MARENGONI
• AZIENDA AGRICOLA BARACCONE DI BURGAZZI ANDREANA
• AZIENDA AGRICOLA BEL SOSPIRO DI GUIDO CAPUCCIATI
• AZIENDA AGRICOLA LA TOSA DI PIZZAMIGLIO FERRUCCIO E STEFANO
• AZIENDA AGRICOLA LUSENTI DI LUSENTI LODOVICA
• AZIENDA AGRICOLA TORRE FORNELLO DI ENRICO SGORBATI
• AZIENDA AGRICOLA UCCELLAIA
• AZIENDA VITIVINICOLA SACCOMANI
• CASA BENNA SOC. AGR. DI MOLINARI A. & STABILE A. S.S.
• CORDANI MARCO
• CORTE GUARINONA
• ILLICA VINI DI ILLICA MAGNANI FABRIZIO & C.
• TENUTA BORRI AZIENDA AGRICOLA DI ANDREA PRADELLI
• TENUTA FERRAIA DI ROBERTO MANARA
• TERZONI CLAUDIO SOCIETA’ AGRICOLA S.S. LA CONCHIGLIA
• VITIVINICOLA VALLA DI DAVIDE VALLA

FIVI – Federazione Italiana dei Vignaioli Indipendenti
La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (FIVI) è un’associazione nata nel 2008 con lo scopo di rappresentare la figura del viticoltore di fronte alle istituzioni, promuovendo la qualità e autenticità dei vini italiani. Per statuto, possono aderire alla FIVI solo i produttori che soddisfano alcuni precisi criteri: “Il Vignaiolo FIVI coltiva le sue vigne, imbottiglia il proprio vino, curando personalmente il proprio prodotto. Vende tutto o parte del suo raccolto in bottiglia, sotto la sua responsabilità, con il suo nome e la sua etichetta”.

Attualmente sono poco più di 1100 i produttori associati, da tutte le regioni italiane, per un totale di circa 11.000 ettari di vigneto, per una media di circa 10 ettari vitati per azienda agricola. Quasi 80 sono i milioni di bottiglie commercializzate e il fatturato totale si avvicina a 0,7 miliardi di euro, per un valore in termini di export di 280 milioni di euro. Gli 11.000 ettari di vigneto sono condotti per il 51% in regime biologico/biodinamico, per il 10 % secondo i principi della lotta integrata e per il 39% secondo la viticoltura convenzionale.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank