Poggiarello miglior cantina dell’Emilia Romagna: “Vini che sfiorano l’eccellenza”

Poggiarello, azienda piacentina delle famiglie Ferrari e Perini, trionfa nella Guida dei Vini 2018 a cura di Luca Maroni, uno dei più importanti wine maker italiani, collocandosi al primo posto come miglior cantina dell’Emilia Romagna. Poggiarello, che negli ultimi anni ha fatto passi da gigante, è una delle tenute del gruppo Quattro Valli che, in prima linea nella valorizzazione dei vitigni della tradizione enologica piacentina, rappresenta la volontà di ricerca dell’eccellenza. La tradizione delle famiglie Ferrari e Perini affonda nel tempo: al 1882 grazie all’incontro tra Achille Ferrari, falegname ed esperto bottaio, e
Antonio Perini, giovane agricoltore e viticoltore della Val d’Arda. Il loro entusiasmo nel produrre il vino, trasformò questa occasionale collaborazione in una vera e propria passione vitivinicola che, si è tramandata di generazione in generazione con sempre maggior impegno e professionalità, e che oggi ottiene anche questo riconoscimento diventando un importante punto di riferimento dell’enologia regionale.

Luca Maroni tuttavia non solo ha attribuito all’Azienda il titolo di miglior Cantina dell’Emilia Romagna, ma ha anche premiato alcuni vini della maison: il Perticato Beatrice Quadri vendemmia 2016 (100% Malvasia di Candia Aromatica) ha conquistato il primo posto con 99/100 punti, collocandosi al vertice nazionale tra i soli sei vini bianchi che sforano l’eccellenza, mentre nella categoria dei vini rossi è stata l’altra versione, il Perticato del Novarei vendemmia 2015 (miscela di Croatina, Barbera e Merlot) ad aver ottenuto ben 98/100 punti. I riconoscimenti in casa Ferrari & Perini non si esauriscono tuttavia col Poggiarello, infatti, anche la Malvasia vendemmia 2016 Perini & Perini con 96/100 è considerato il miglior spumante dolce d’Italia dal celebre degustare romano.

“Impegno e passione sono la cartina tornasole del nostro lavoro quotidiano che oggettivamente si è tradotto negli ultimi anni in una importante espansione nei mercati internazionali – afferma Massimo Perini, direttore commerciale – grazie anche a premi e recensioni positive. La tradizione familiare, la qualità dei prodotti e il legame col territorio, che si traduce ad esempio nella valorizzazione dei vini della tradizione come Gutturnio e Malvasia, sono i valori che hanno fatto si che fossimo riconosciuti come eccellenza del Made in Italy e questa è per noi una grandissima soddisfazione. I riconoscimenti ottenuti nella Guida dei Vini Italiani sono di grande importanza per la conquista dei mercati sia italiani che esteri”. Per Quattro Valli Wine Group si tratta di una nuova riconferma del successo nel mercato vinicolo di qualità: importante viatico per un’Azienda che fa della valorizzazione dei frutti delle vigne piacentine di Val Trebbia, Val Nure, Val Tidone e Val d’Arda la propria missione.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank