Pomodoro, Coldiretti: “Un giusto prezzo che premi gli sforzi delle nostre aziende, siamo ancora distanti”

POMODORO Lavorazione del pomodoro
Piacenza 24 WhatsApp

Siamo ancora distanti nella trattativa per la definizione dell’accordo per il prezzo del pomodoro da industria del Nord Italia relativo alla campagna 2024 dalla giusta valorizzazione di un’eccellenza che ormai tutti ci riconoscono.

A intervenire in merito è Coldiretti Piacenza, nel commentare con preoccupazione la situazione, sottolineando l’importanza del raggiungimento dell’intesa.

“In un momento difficile segnato da costi di produzione ancora molto alti e da variabili climatiche che rendono difficile il raccolto, -afferma il direttore di Coldiretti Piacenza Roberto Gallizioli – è importante siglare un accordo che premi gli sforzi della parte agricola, da sempre attenta al rispetto di un disciplinare produttivo a favore della salubrità del prodotto e della salute dei consumatori. Per poter procedere con la corretta pianificazione, che risente delle difficoltà climatiche e degli elevati costi produttivi, è doveroso – ribadisce Gallizioli – concordare la giusta remunerazione delle nostre produzioni”.

Definire un prezzo di riferimento già ora, inoltre, permette agli agricoltori di pianificare la coltivazione e ordinare le piantine in vivaio, ma è utile anche agli industriali per avere un quadro sui volumi e sulle tempistiche.

“Il nostro pomodoro – conclude il direttore di Coldiretti Piacenza Roberto Gallizioli nel suo appello a una filiera unita– è un prodotto di altissima qualità, con un forte valore in termini economici e occupazionali per il territorio piacentino, secondo solo alla provincia di Foggia per ettari dedicati alla coltura”.

Iscriviti per rimanere sintonizzato!

Radio Sound
blank blank