Il 21 e 22 ottobre, a Bobbio e Piacenza, il premio “Cassiodoro il Grande 2022” con il sostegno della Banca di Piacenza

Piacenza 24 WhatsApp

Si terrà venerdì 21 e sabato 22 ottobre, tra Bobbio e Piacenza, la premiazione del “Cassiodoro il Grande – 2022”, prestigioso riconoscimento – sostenuto dalla Banca di Piacenza – giunto ormai alla tredicesima edizione, che viene assegnato a persone la cui storia abbia una particolare attinenza, sotto il profilo politico e spirituale, con Cassiodoro (485-580) che fu, politico, letterato, diplomatico, monaco e storico romano. In questa edizione, il convegno che accompagna il Premio avrà come filo conduttore le convergenze tra lo studioso calabrese e il monaco Colombano nato in Irlanda nel 543 e morto a Bobbio nel 615, due uomini capaci di alimentare le radici cristiane dell’Europa.

Casa di Cura

Nella sala Philippe Daverio, sita all’interno del palazzo Comunale di Bobbio, alle 10 di venerdì 21 ottobre e nel Salone degli Affreschi del Palazzo Vescovile di Piacenza alle 10 di sabato 22 ottobre, si alterneranno per affrontare i poliedrici aspetti che emergono dalle esperienze spirituali e culturali di Cassiodoro e Colombano: Mons. Aldo Maggi, Vicario episcopale di Bobbio; il prof. Alessandro Ghisalberti dell’Università Cattolica di Milano; don Mariano Dell’Omo bibliotecario di Montecassino; il prof. Fabio Troncarelli dell’Università della Tuscia di Viterbo; il prof. Cosimo Griffo, architetto; il prof. Giuseppe Bertoni dell’Università Cattolica di Piacenza, il vicedirettore del Corriere della Sera Giangiacomo Schiavi, il prof. Gabriele Archetti dell’Università Cattolica di Milano, e Mons. Massimo Cardamone, postulatore della causa di beatificazione di Cassiodoro.

La sessione mattutina di venerdì sarà presieduta da don Mario Poggi, parroco della chiesa abbaziale di san Colombano; mentre Mons. Adriano Cevolotto, vescovo di Piacenza-Bobbio, presiederà sia la sessione pomeridiana e quella mattutina di sabato.

Alle 16.30 di venerdì 21 ottobre nella chiesa abbaziale di San Colombano saranno premiati come soci onorari dell’Associazione Cassiodoro il Grande: il sindaco di Bobbio Roberto Pasquali, l’imprenditore Marco Labirio, la concertatrice Maddalena Scagnelli, la scrittrice Eliana Ferioli e il Vicario episcopale di Bobbio Mons. Aldo Maggi.

Casa di Cura

Riceveranno la targa “Amicizia” Cassiodoro: Mons. Adriano Cevolotto, abate di Bobbio; il giornalista Philippe Daverio (alla memoria) che sarà commemorato dal vicedirettore del Corriere della Sera Giangiacomo Schiavi; e Mauro Steffenini, presidente Associazione Amici di San Colombano per l’Europa.

Alle 17 di sabato 22 ottobre nel Salone dei depositanti al PalabancaEventi di via Mazzini a Piacenza, alla presenza del presidente esecutivo della Banca di Piacenza Corrado Sforza Fogliani, verrà consegnato il Premio “Cassiodoro il Grande – 2022” al vescovo di Piacenza-Bobbio Adriano Cevolotto; a Giangiacomo Schiavi; al notaio Giovanna Covati; al pittore Salvatore Mammoliti; al prof. Fabio Troncarelli.

Riceveranno la targa “Amicizia” Cassiodoro: l’Orchestra giovanile di Laureana di Borrello e la facoltà di Agraria dell’Università Cattolica di Piacenza (riceve targa e borse di studio il preside Marco Trevisan).

Concluderà le due giornate il concerto dell’Orchestra giovanile “I Fiati di Laureana di Borrello”, diretta dal maestro Maurizio Managò (che allieterà i presenti anche durante gli appuntamenti di Bobbio), alle 21.30 di sabato 22 ottobre nella Cattedrale Santa Maria Assunta di Piacenza che celebra i 900 anni della sua fondazione.

Casa di Cura

La partecipazione è libera con prenotazione (relaz.esterne@bancadipiacenza.it – tf 0523 542357).

Radio Sound
blank blank