Presentazione del libro “Il caso Kellan” del giornalista di Repubblica Franco Vanni, il 15 giugno

Venerdì 15 giugno alle 18 alla Galleria Commerciale del Borgo Faxall è prevista la presentazione del libro “Il caso Kellan” firmato dal giornalista di Repubblica Franco Vanni

Cosa accade se un appassionato di gialli decide di scriverne uno? Accade che nasce un romanzo di genere perfetto, ma anche fuori dagli schemi classici. Un racconto calibrato sul ritratto del protagonista e sulle sue complessità, ma capace di allargarsi alla caratterizzazione di una serie di comprimari memorabili. Un avvincente ritratto di una piccola – ma grande – società.

Ecco cosa accade quanto Franco Vanni – cronista giudiziario a La Repubblica e autore del libro-inchiesta molto letto sulle banche italiane, “Banche impopolari“, edito da Mondadori – si cimenta con un genere che lo ha sempre affascinato e dà alla luce “Il caso Kellan” (Baldini+Castoldi, 2018) .

Ambientato a Milano, il romanzo è incentrato sulla figura di Steno Molteni, giornalista di cronaca nera a «La Notte», che la sera lavora come barman nell’albergo dove vive. Scimmia, l’amico poliziotto in forze alla Squadra mobile, lo informa che Kellan Armstrong, figlio diciannovenne del console americano, è stato ucciso in circostanze misteriose.


Inizia così l’indagine nell’ambiente gay della metropoli meneghina, che mette Steno sulla pista degli Spazzini, una banda di giovani omofobici che aggredisce omosessuali.

Chi ha ucciso Kellan? Mentre il racconto si concentra le indagini di Steno e Scimmia – a cui si affiancano quelle del padre di Kellan e l’amico Han, un cuoco vietnamita al servizio della CIA – il romanzo indugia su una Milano contraddittoria con i salotti bene, tenuti su solo dalle apparenze.

Con il suo modo di raccontare puntale e raffinato, Franco Vanni, delinea un quadro psicologico e culturale della società odierna incarnato nell’omicidio di Kellan.

La presentazione del libro si terrà Venerdì 15 giugno alle 18.