Pro Piacenza: trasferta in Sardegna contro l’Arzachena per trovare continuità

Segui Arzachena – Pro Piacenza in diretta su Stadio Sound, il programma radiofonico sportivo di Radio Sound in onda ogni domenica pomeriggio!

 

Dopo le quattro sconfitte consecutive (che diventano otto totali nelle ultime nove gare disputate), il Pro Piacenza è finalmente tornato alla vittoria. I 3 preziosissimi punti, utili a dare una boccata d’ossigeno alla squadra di Maspero inguaiata nei bassifondi della classifica, sono arrivati mercoledì al “Garilli”, dove i rossoneri hanno superato l’Arezzo 2-1. E’ vero però che la partita si era aperta nel peggiore dei modi: l’Arezzo, terzo in classifica, era andato in vantaggio con la rete di Buglio, a inizio secondo tempo. Da lì la grande reazione d’orgoglio del Pro: pareggio di Nolè e gol-vittoria di Sanseverino al 70′. I rossoneri si trovano così fuori dalla zona play-out della classifica, con 15 punti infatti sono a +1 sull’Olbia sedicesima.

La trasferta di domenica è molto delicata per la compagine del presidente Pannella. I rossoneri infatti andranno di scena in Sardegna contro l’Arzachena. La squadra della costa smeralda, che da quest’anno è tornata a giocare le partite casalinghe nell’ammodernato stadio “Biagio Pirina” di Arzachena (fino all’anno scorso disputava infatti ad Olbia i match casalinghi), si trova al penultimo posto in classifica, con 11 punti insieme alla Pistoiese. I biancoverdi di mister Giorico vantano il poco invidiabile primato nel girone A sia per quanto riguarda la peggior difesa (28 le reti subite da Ruzittu, più di un gol e mezzo a gara), sia per quanto riguarda i gol segnati, con soli 9 centri in sedici partite. Nonostante le ultime due sconfitte consecutive, entrambe maturate in trasferta (2-0 a Pisa e 3-1 col Piacenza), l’Arzachena ha ottenuto tutti i suoi punti tramite le quattro vittorie arrivate fra le mura amiche: l’ultima, lo scorso 2 dicembre, prestigiosa con il 2-1 rifilato al Pisa. I punti però come detto sono 11, perché, per decisione federale, è arrivata la penalizzazione di 1 punto in seguito al ritardo nella presentazione della fideiussione della squadra.

I sardi non sono quindi una squadra che il Pro Piacenza può permettersi di sottovalutare, soprattutto nel momento in cui la partita si disputa nel loro nuovo impianto-gioiello. Il modulo preferito da Giorico è il 3-5-2, con Ruzittu in porta, Baldan, La Rosa e Busatto i tre dietro, i due esterni Arboleta e Pandolfi, in mezzo Casini con Nuvoli e Manca ai lati; la coppia d’attacco è formata da Ruzzittu e l’esperto Sanna (3 gol). I rossoneri dovranno fare a meno di Remedi, espulso contro l’Arezzo, mentre per i padroni di casa c’è Casini in diffida. La terna arbitrale sarà quella composta dal signor Giordano di Novara, coadiuvato dagli assistenti Micalizzi di Palermo e Grasso di Acireale.