Pulizia di piazza Cavalli, al lavoro quattro richiedenti asilo volontari

E’ iniziato stamani – per concludersi entro la prossima settimana – l’intervento di sradicamento dell’erba tra le pietre del selciato di piazza Cavalli, ad opera dei rifugiati e richiedenti asilo accolti da Asp “Città di Piacenza” resisi disponibili a svolgere, a titolo gratuito e senza percepire alcuna retribuzione, attività socialmente utili. A supervisionare il lavoro dei quattro volontari attualmente coinvolti, i tecnici dell’Ufficio Manutenzione comunale e l’architetto Claudio Sesenna per Asp.

“Si tratta di un intervento che richiede attenzione – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Garetti – a tutela di un bene storico qual è piazza Cavalli, dove non si possono utilizzare agenti chimici o diserbanti ma occorre procedere manualmente. Anche per questo abbiamo scelto il periodo di Ferragosto, in cui non vi sono eventi concomitanti e l’afflusso di gente è ridotto”. “Già nel 2017 e nei mesi scorsi – aggiunge l’assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati – altri rifugiati e richiedenti asilo che avevano sottoscritto, con Asp, il patto per il volontariato, avevano svolto attività di riqualificazione sul territorio, a costo zero per il Comune: dalla tinteggiatura dei locali dell’asilo di via Ottolenghi e degli uffici di via Martiri della Resistenza, alla rimozione dell’erba tra le pietre dei marciapiedi di stradone Farnese”.

“Il coinvolgimento di questi ragazzi – sottolineano entrambi gli assessori – è uno strumento di responsabilizzazione, oltre a consentire loro di acquisire un’esperienza sul campo che potrebbe rivelarsi utile in futuro. Nel contempo, la collettività può contare, come avviene per tutti i percorsi di cittadinanza attiva, su interventi di riqualificazione che non gravano economicamente sulle risorse pubbliche”.