La quarantena non ferma lo spaccio di droga, segnalati otto giovani

blank

Le limitazioni agli spostamenti della popolazione in generale rende meno agevole le attività degli spacciatori, che rimangono più evidenti, così come quelli dei consumatori. Tuttavia il consumo di sostanze stupefacenti, per vera e propria dipendenza o per semplice uso “ricreativo”, non sembra essersi arrestato ma in crescita, e non solo in ambito urbano, essendo cambiate solo le modalità di approvvigionamento.

blank

Proprio per questo motivo e al fine di cercare di prevenire il consumo di sostanze illecite, specie tra i giovani, come già è avvenuto nei giorni scorsi, proseguono i controlli antidroga, anche con il supporto di personale in abiti civili.

In tale quadro i servizi hanno messo in evidenza come il consumo degli stupefacenti non si sia affatto fermato. In particolare a Piacenza, Pontenure e San Nicolò a Trebbia i militari hanno segnalato 8 giovani quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Quattro di loro erano stranieri, tra i 23 e i 34 anni, residenti in provincia di Piacenza, mentre tutti gli altri piacentini, poco più che ventenni, erano in possesso di modiche quantità di stupefacenti. Complessivamente i carabinieri hanno sequestrato 24 grammi di droga tra marijuana, eroina, cocaina e hashish.

blank

Non sono mancati però neppure i comportamenti poco virtuosi di altre persone controllate. I carabinieri hanno fermato e controllato un automobilista, di 28 anni, nato in Romania, residente da tempo in città; lo hanno trovato alla guida della sua autovettura con un tasso alcolico di 1,72 grammi per litro. Gli è stata ritirata la patente ed è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica.

Un 40enne, nato a Napoli e residente in provincia di Piacenza, fermato a Pontenure lungo la via Emilia, aveva in auto un grosso coltello a serramanico e per questo è stato denunciato per porto di armi o oggetti atti ad offendere

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank