Rajapack: Un ponte tra Piacenza e Venezia all’insegna dell’arte

Giovedì 28 settembre, presso la Galleria A plus A di Venezia, si alza il sipario sulla mostra “HOW MUCH IS TOO MUCH?” che vede tra le imprese sostenitrici anche Rajapack, l’azienda piacentina leader in Europa nella distribuzione degli imballaggi.

blank

Grande sostenitrice dell’arte e della didattica, Rajapack ha aderito sin da subito all’invito ricevuto dalla School for Curatorial Studies Venice, promotrice e responsabile dell’esposizione artistica, attraverso una stretta collaborazione che trova voce e forma all’interno della mostra stessa. Il materiale donato dalla realtà piacentina al progetto, in particolar modo scatole di legno e cartone, è stato infatti valorizzato e utilizzato per creare l’allestimento della mostra da un gruppo di 20 studenti provenienti da tutto il mondo.

L’impegno di Rajapack nel mondo dell’arte è in continuo fermento. Dopo la creazione di una collezione ad hoc, RAJA Art, voluta fortemente da Danièle Kapel-Marcovici, presidente del gruppo RAJA, per mostrare la profonda sinergia tra arte e imballaggio, sinonimo entrambi di modernità, creatività e innovazione, nasce oggi questo nuovo ponte che avvicina sempre più non solo la creatività e il packaging, ma anche due importanti città italiane come Piacenza e Venezia.

La mostra HOW MUCH IS TOO MUCH? aperta al pubblico fino al 31 gennaio 2018 è il risultato delle ricerche svolte dalla School for Curatorial Studies of Venice sull’accumulazione dei beni durante il corso estivo 2017 e invita il pubblico a riflettere sul concetto della sovrastimolazione sia materiale che sensoriale, tipica della società contemporanea. Questo tema è molto caro anche a Rajapack, che da sempre si dedica al riciclo in favore di un migliore utilizzo dello spazio.

La School of Curatorial Studies Venice è dal 2004 una finestra internazionale per la sperimentazione, dove arte e cultura prendono forma concreta. L’obiettivo principale è quello di formare giovani professionisti nel campo dell’arte contemporanea e creare una rete attiva tra artisti e aziende interessate a diventare centro catalizzatore delle innovazioni nella scena artistica contemporanea. Sul sito della scuola è possibile scoprire tutte le mostre organizzate fino ad oggi.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank