Ricercato a livello internazionale ma gira indisturbato per l’Europa, arrestato a Pontenure

Latitante, gira indisturbato per tutta Europa. Viene fermato dai carabinieri di Pontenure. Protagonista un 31enne albanese sul quale pendeva un mandato di cattura internazionale per i reati di sfruttamento della prostituzione, associazione a delinquere e riciclaggio. La sera del 4 ottobre l’uomo stava transitando a bordo di una Mercedes station wagon a Pontenure quando è stato fermato per un controllo in piazza Tre Martiri. I militari hanno controllato i documenti scoprendo che il 31enne si trovava in Italia con visto turistico. Tutto regolare.

Un dettaglio però non è sfuggito alla pattuglia: l’uomo, sempre grazie a un visto turistico, aveva attraversato una decina di Paesi europei in poche settimane. Perché tutti questi spostamenti? I carabinieri hanno pensato così di approfondire la questione scoprendo dopo una breve ricerca che sulla testa dell’albanese pendeva un mandato di cattura internazionale. Il 26 luglio scorso, infatti, lo straniero era stato condannato a dieci anni di reclusione per alcuni reati commessi nella città francese di Nizza. Dopo la sentenza, il soggetto si era reso irreperibile e aveva iniziato a spostarsi da una nazione all’altra grazie a un visto turistico. Forse non è mai stato controllato, forse altre forze dell’ordine non hanno avuto la professionalità dei carabinieri piacentini, sta di fatto che grazie all’intuito dei militari della stazione di Pontenure il pericoloso latitante è stato arrestato.