Riconoscimento a Rimini per Progetto Vita, a Piacenza il 37% dei cittadini in salvo grazie all’aumento dei defibrillatori e al concetto di buon vicinato. AUDIO

Riconoscimento a Rimini per Progetto Vita, a Piacenza il 37% dei cittadini in salvo grazie all’aumento dei defibrillatori sul territorio e al concetto di buon vicinato.

L’eccellenza piacentina Progetto vita questa sera – 16 maggio – riceverà il prestigioso premio “Vincenzo Masini” al 50° Congresso Nazionale di Cardiologia dell’ANMCO in corso al Palacongressi di Rimini. Il riconoscimento arriva grazie a una ricerca di studio 20ennale, con dati scientifici, sul concetto legato alla cardio protezione.

Si tratta dei risultati ottenuti in questi 20 anni di Progetto Vitaspiega la Dottoressa Daniela Aschieri, Presidente di Progetto Vita a Radio Soundi dati ci hanno portato a fare delle valutazioni. In particolare i numeri forniscono un’importante chiave di lettura. All’inizio del nostro percorso gli interventi con il defibrillatore erano prevalentemente portati avanti dalle pattuglie delle forze dell’ordine. Una volta invece aumentato il numero dei dispositivi salva vita nelle strade e nelle piazze del territorio, la tendenza è cambiata. Infatti il 37% delle persone salvate nell’ambito del progetto ventennale ha visto il fondamentale intervento che possiamo definire da “buon samaritano”. Insomma chi è testimone dell’evento corre a prendere il defibrillatore e lo porta sul posto dell’emergenza.

Questa ricerca è piaciuta perché testimonia che più dispositivi ci sono più alta è la possibilità di poterli utilizzare. In particolare fa si che il concetto del buon vicinato a Piacenza permetta un primo intervento in attesa dell’arrivo dei sanitari. Un riconoscimento importante per un progetto che rimane tra gli unici in Italia e in Europa, grazie anche alla stretta collaborazione con il 118 ”.

Riconoscimento a Rimini per Progetto Vita, l’audio intervista alla dottoressa Daniela Aschieri

Il portale di progetto Vita.