Rugby, serie B. Il Piacenza Rugby parte bene, poi cala e si fa rimontare

Italia Chef Piacenza Vs Lumezzane 13-28

blank

ITALIA CHEF PIACENZA: Fuina (Toscani N.), Papamarenghi, Zampedri, Sartori, No- sotti, Trabacchi, Michael, Stead, Benelli, Vincic, Bonatti, (Battini) (Illari), Casali, Berzieri (Alberti A.) (Baccalini), Forestelli (Canderle), Resi (Barzan). All: Pagani, Toscani D.

MARCATURE: 13’ cp Lumezzane (0-3); 19’ mt Benelli (5-3); 22’ mt Nosotti (10-3); 35’ mt tr Lumezzane (10-10); secondo tem- po: 4’ mt tr Lumezzane (10-17); 10’ cp Tra- bacchi (13-17); 13’ cp Lumezzane (13-20); 16’ mt Lumezzane (13-25); 22’ cp Lumezzane (13-28)

Sconfitta casalinga per l’Italia Chef Piacenza, battuto da un Lumezzane che, grazie a questa vittoria, sorpassa in classifica i bianco-rossi, portandosi al quinto posto. Vince anche il Capoterra (24-11 sul Lecco, ndc), che scavalca il Piacenza ed è sesto, a +3 dai biancorossi, ora settimi in classifica.

 

La partita si apre con un piazzato degli ospiti, poi è Benelli, in sostegno ai trequarti, a marcare la meta del momentaneo vantaggio. Trascorrono pochi minuti ed il Piacenza alza il tiro, marcando la seconda meta con Nosotti al termine di una bella azione in profondità e poi proseguita al largo.
Ma quasi allo scadere il Lumezzane si riporta sotto con una meta trasformata che vale il pareggio. Nella ripresa ci si attende una reazione da parte dei biancorossi ed invece si assiste al forcing dei bresciani, che sfruttano la supremazia in mischia chiusa ed in rimessa laterale. Una meta riporta in vantaggio il Lumezzane che poco dopo subisce un calcio piazzato di Trabacchi per il parziale di 13-17.
Ma nonostante il Piacenza si trovi sotto break, non riesce a rimontare lo svantaggio. Il Lumezzane aggiunge un altro calcio piazzato, infine mette a segno due mete che di fatto chiudono il match a metà ripresa. Il Piacenza rinnova i suoi tentativi in attacco ma la difesa ospite fa buona guardia e alla fine festeggia la vittoria.
«Un buon inizio di gara da parte nostra – commenta Sandro Pagani -, con un gioco in penetrazione e poi sviluppato nello spazio. Il Lumezzane ha ben utilizzato i suoi primi otto uomini, che ci hanno creato parecchi problemi soprattutto in mischia ordinata, mentre noi sia- mo andati in sofferenza con il tra- scorrere dei minuti. Ora arriva la pausa natalizia ed avremo modo di lavorare sui nostri errori e di ritrovare nuove energie».

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank