Salvato col defibrillatore in discoteca, abbraccia le sue salvatrici: “Progetto vita, iniziativa da sostenere”

Salvato col defibrillatore, Progetto Vita

Salvato col defibrillatore in discoteca, abbraccia le sue salvatrici: “Progetto vita, iniziativa da sostenere con forza”.

“Chiedo a tutti voi un sostegno a Progetto Vita, una bellissima iniziativa che la dottoressa Daniela Aschieri sta trasformando in realtà. Con vigore e passione”. Lo scrive Giovanni Rota, l’uomo di 67 anni che la sera del 25 ottobre scorso è stato salvato da un arresto cardiaco con l’aiuto del defibrillatore.

Rota stava ballando in una discoteca della città quando si è accasciato al suolo. Proprio nello stesso locale erano presenti due infermiere le quali avevano immediatamente iniziato il massaggio cardiaco.

Nel frattempo alcuni presenti avevano portato sul posto il defibrillatore in dotazione al locale e avevano iniziato ad applicare lo strumento salvavita.

Pochi istanti dopo era giunto sul posto anche il 118 insieme a una volante della polizia. Oggi Giovanni sta bene e ha ricevuto in ospedale la visita delle due giovani infermiere che gli hanno salvato la vita: “I miei due angeli, devo loro la mia sopravvivenza”.

“Io, del resto come tanti altri, sono il ‘frutto’ del suo accurato lavoro. Promettiamo di dedicare parte del nostro tempo a questo disegno”.