Senza permesso di soggiorno e a bordo di un’auto intestata a un prestanome, tre uomini nei guai

Il veicolo radiato, in quanto intestato ad un prestanome, risultava segnalato nelle banche dati interforze quando è passato nelle vicinanze di Carpaneto P.no.

Solitamente questi veicoli, non essendo riconducibili ai veri proprietari, vengono utilizzati per commettere i più svariati atti illeciti, dai reati predatori allo spaccio di sostanze stupefacenti ed altro, mantenendo i colpevoli nell’anonimato.

Almeno finché questi non vengono rintracciati dalle forze dell’ordine e così è appunto successo in questo caso, grazie alla capillare presenza sul territorio di telecamere di lettura targhe.

Appena allertate dalla centrale operativa, due pattuglie della Polizia Locale dell’Unione Valnure Valchero, si sono messe alla ricerca dell’auto segnalata, individuandola poco dopo nelle vicinanze di Chero e intimandole l’alt.

A bordo tre cittadini nordafricani sprovvisti dei documenti di riconoscimento e di permesso di soggiorno.

Per approfondire il controllo, i tre nordafricani sono stati condotti al Comando Compagnia  Carabinieri di Fiorenzuola dove, i militari hanno effettuato il fotosegnalamento di queste persone: è emerso  tutti  fossero gravati da numerosi precedenti di polizia per reati legati allo spaccio di stupefacenti, i due passeggeri in particolare, fossero anche clandestini sul territorio dello Stato e già colpiti dall’ordine di lasciare l’Italia.

I due passeggeri sono stati quindi condotti presso la Questura di Piacenza dove l’Ufficio Immigrazione ha provveduto ad espletare le formalità per il trasferimento di uno dei due stranieri presso il Centro per il Rimpatrio di Torino, dal quale lo stesso sarà accompagnato al paese d’origine.

Al secondo straniero, la cui posizione risultava meno grave, è invece stato impartito un secondo ordine di lasciare il territorio dello Stato.

Esaurite le altre formalità, l’autista del veicolo, invece, è stato condotto al Comando della Polizia Locale e denunciato per ricettazione, dove gli agenti hanno anche provveduto al sequestro del veicolo per la definitiva confisca a favore dello Stato.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank