Serie B – Fiorenzuola Bees: al PalaMagni sfida in posticipo contro Mestre per inaugurare il 2022

fiorenzuola bees

Pallacanestro Fiorenzuola Bees inaugura il proprio 2022 tra le mura amiche, in un posticipo che ha il sapore dell’infrasettimanale contro Basket Mestre 1958.

blank

Mercoledì 12 gennaio 2022, alle ore 18.00, i Bees di coach Gianluigi Galetti affronteranno la prima di due gare da bollino rosso in questo inizio anno, in attesa della trasferta di domenica 16 gennaio al PalaSpettacolo di Cremona contro la JuVi Cremona, seconda forza del campionato Serie B Girone B Old Wild West.

Il punto sui Bees

Quella di mercoledì sarà una gara altrettanto impegnativa per capitan Milo Galli e compagni, attesi da una Basket Mestre ad oggi a quota 20 punti in campionato con 10 vittorie e sole 3 sconfitte, a +4 rispetto ai gialloblu.

Sarà una sfida difficile per i Fiorenzuola Bees, che a cavallo tra i due anni solari hanno dovuto fronteggiare anche l’emergenza Covid-19.

La voglia di rivincita dopo il ko patito prima di Natale sul campo della Falconstar Monfalcone guiderà i valdardesi nonostante i cerotti. Nel 77-75 subito al PalaPaliaga, per i Bees fu devastante l’apporto dell’accoppiata Filippini – Rubbini, con 52 punti in due a cui si aggiunsero i 12 rimbalzi del lungo classe 1991.

Una sconfitta che tuttavia non cancella la bella prima parte di stagione della squadra gialloblu, che partita quasi a fari spenti ha conquistato ben 8 vittorie su 13 gare finora disputate issandosi in piena zona playoff.

La sfida contro Mestre sarà purtroppo ancora a porte chiuse.

Il punto su Mestre

I prossimi avversari dei Fiorenzuola Bees si presentano in terra piacentina con la fama della grande squadra. Il roster messo a disposizione di coach Ferraboschi è di assoluto livello, basti pensare che vanta Matias Bortolin sotto le plance. Il lungo di 208 cm, classe 1993, è un giocatore in stagione da 17.1 punti a partita, ed è una vecchia conoscenza di Fiorenzuola, visto con la casacca di Chiusi nel turno playoff della scorsa stagione.

A lui si aggiungono l’ala piccola Casagrande (ex Monfalcone), la guardia classe 1989 Petrucci (ex Nardò), ed il playmaker Fazioli, da due anni a Mestre, tutti sopra la doppia cifra di media ma che non esprimono del tutto il potenziale della squadra veneta. 

Mestre arriva alla gara dopo aver spazzato via 94-69 la malcapitata Padova nell’ultima del 2021 al Pala Trivega di Trivignano (VE); allora furono ben 48 i punti dei letali Casagrande e Fazioli, con un terzo quarto da ben 31 punti per Gemini Mestre.

Gianluigi Galetti presenta in questo modo la sfida contro Gemini Mestre

”Mestre è una squadra estremamente solida, credo che abbia avuto un piccolo calo solamente perchè qualche elemento ha avuto qualche piccolo problema fisico.

Credo che Bortolin sia una vera arma aggiunta per la squadra veneta, ma credo anche che sarà un bel duello con il nostro Filippini. Mestre ha giocatori importanti in ruoli importanti, credo che sarà sicuramente una sfida difficile.

Noi arriviamo alla gara avendo recuperato qualche pezzo rispetto a fine 2021, consapevoli di avere qualche cerotto ma anche di esserci preparati nel miglior modo possibile. Dobbiamo anche ringraziare anche i ragazzi della Promozione, Alessandro Carini e Nicolò Bricchi, che con grande serietà e abnegazione ci hanno dato una bella mano in questi momenti.”

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank