Settant’anni di Confapi, premiate cinque aziende piacentine alla festa nazionale a Roma

Piacenza protagonista alla festa nazionale per i settant’anni di Confapi che si è svolta all’Auditorium Parco della musica di Roma con 1500 persone. Cinque infatti sono state le aziende del nostro territorio premiate: Gas Sales, Filtrotecnica Italiana, We.Ma, Ediprima e Castaldi ICT. Due riconoscimenti sono stati attribuiti anche al presidente e al direttore di Confapi Industria Piacenza Cristian Camisa e Andrea Paparo.

Anche Piacenza è stata protagonista alla festa nazionale per i settant’anni di Confapi che si è svolta all’Auditorium Parco della musica di Roma: alla presenza del presidente di Confapi Maurizio Casasco e di diverse istituzioni nazionali oltre che di 1500 presenti, sono state premiate cinque aziende del nostro territorio, ossia Gas Sales, Filtrotecnica Italiana, We.Ma, Ediprima e Castaldi ICT. Due riconoscimenti sono stati attribuiti anche al presidente e al direttore di Confapi Industria Piacenza Cristian Camisa e Andrea Paparo, che sono scesi a Roma insieme a una delegazione di circa trenta imprenditori piacentini.

“Siamo molto soddisfatti dei riconoscimenti attribuiti alle nostre imprese associate – hanno dichiarato Camisa e Paparo – ma lo siamo anche del messaggio che il presidente Casasco ha rivolto ai presenti per evidenziare l’importanza di un vero coinvolgimento della piccola e media industria: in Italia abbiamo le classi imprenditoriali migliori del mondo, meritiamo una classe politica che sia la migliore del mondo e che soprattutto abbia il coraggio di prendere delle decisioni a lungo termine. Da parte nostra siamo pronti a sostenere una politica che abbia a cuore il benessere delle nostre imprese”.

A finire sotto i riflettori è stato anche il ruolo da protagonista che proprio le pmi possono avere, anche in autonomia dalla grande imprenditoria: “Occorre riconoscere gli interessi italiani e in questo ambito la piccola e media industria può e deve avere un ruolo anche propositivo – ha continuato Camisa – gli interessi della grande imprenditoria non possono essere uguali a quelli delle pmi: in questo senso il tentativo di una rappresentanza unica a livello nazionale potrebbe essere controproducente e deleterio”.

L’evento si è aperto con il saluto di Giuliano Poletti Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e ha visto intervenire, oltre al presidente Casasco, Mario Ohoven Presidente di BVMW e di CEA-PME, Francesco Daveri Economista Direttore del programma Full-Time MBA – SDA Bocconi, Veronica De Romanis Economista e docente di Politica Economica Europea alla Stanford University, Carlo Ratti Professore MIT Boston – Direttore Senseable City Lab e Mario Tozzi Geologo, divulgatore scientifico e Primo ricercatore del C.N.R.