Le Storie di Confesercenti Piacenza, Michele della Veranda Barabasca: “Una strada in salita, ma con grandi traguardi” – AUDIO e FOTO

Storie di Confesercenti Veranda Barabasca
Piacenza 24 WhatsApp

Le Storie di Confesercenti Piacenza, ha preso il via giovedì 11 gennaio 2024 la rubrica, realizzata da Radio Sound e Confesercenti Piacenza. L’appuntamento mensile ha l’obiettivo di portare al centro dell’attenzione tematiche che interessano il mondo del commercio locale evidenziando le storie degli associati. 

Nella prima puntata il Direttore di Confesercenti Piacenza Fabrizio Samuelli si è recato a Fiorenzuola alla Trattoria Albergo Pizzeria Veranda Barabasca per raccontare la storia di questa realtà piacentina. Il protagonista si chiama Michele, uno dei soci, che porta avanti l’attività con i familiari e alcuni dipendenti. 

Il ristoratore spiega Samuelli porta con se una storia di immigrazione di tempi remoti. Infatti arriva dall’Albania nel 1989, con il barcone. In quel momento storico, in Italia trova un clima ostile, non l’ospitalità odierna. La sua è una vicenda di vera emarginazione, povertà e difficoltà. Per un periodo l’unica risorsa era un materasso, trovato in una discarica, per affrontare le notti sotto i ponti. Poi dopo tanti lavori, grazie alla sua determinazione vince la sfida, si assesta facendo arrivare dall’Albania i familiari. A Piacenza avviene la svolta della sua vita grazie alla scelta di lavorare in proprio. In particolare prima in un paio di bar, poi con la gestione della Croce Grossa e ora la Veranda Barabasca. Il tutto sempre con la stessa forza, energia e i medesimi valori: la famiglia, il lavoro ed una grandissima dignità.

Con Michele si è parlato anche del turismo in crescita sul territorio piacentino. “Negli ultimi anni abbiamo notato un incremento grazie alla presenza di lavoratori in trasferta e turisti. Tanti anche gli stranieri: tedeschi, francesi e americani”. 

Quali sono gli obiettivi per il futuro?

Valorizzare e migliorare sempre di più locali, strutture e i servizi. Noi nel nostro piccolo in questo senso abbiamo fatto la nostra parte attraverso investimenti e opere fatte.

E’ molto difficile trovare personale in questo periodo storico?

Sì è un problema serio perché non ci permette di lavorare al meglio, di pianificare il futuro. Servirebbe un cambiamento radicale di cultura: la vita e’ fatta anche di sacrifici. Poi bisognerebbe pensare a maggiori supporti per chi lavora, per permettere una maggiore convivenza con la vita privata.

Trattoria Albergo Pizzeria Veranda Barabasca

Foto

blank
blank
blank
blank
blank
blank
Radio Sound
blank blank