Superlega, la Wixo Lpr cede i primi due set a Latina, poi cambia ritmo con Yosifov e Clevenot e si impone al tiebreak

blank

La Wixo LPR rientra vittoriosa dalla complicata trasferta di Latina ma solo dopo una lunga e travagliata gara: come era già accaduto sul campo di Ravenna, i primi due set, lasciati ai padroni di casa, girano a vuoto e servono a Piacenza per prendere le misure agli uomini di coach Di Pinto che poi, nei successivi due parziali, devono lasciare il passo agli ospiti che chiudono la porta a doppia mandata. Complici le giocate di Clévenot (18 punti, di cui 2 muri e MVP a fine gara), Yosifov (per lui super prova chiusa con 16 punti di cui 1 ace, 5 muri e ben il 77% in attacco), Parodi (12 punti e 64% in ricezione) e Fei (14 punti di cui 1 ace) Latina, dopo i primi due set chiusi con largo distacco (25-21, 25-20) si ritrova a inseguire una Wixo LPR completamente mutata: tutti i fondamentali viaggiano a regola d’arte, la ricezione ed il muro diventano indistruttibili e Piacenza svela, finalmente, il suo vero volto. Due ore di gioco vissute appieno con gli uomini di coach Giuliani che, quando tutto sembrava essere perduto, nella terza frazione tornano a mostrare la grinta, la determinazione e la voglia di non arrendersi mai già dimostrate in più occasioni. Dopo un terzo set conquistato sulle note finali (22-25), Piacenza viaggia sul velluto nel quarto (19-25) per poi giocarsi il tutto per tutto al tie break contro una Latina comunque coriacea e capace di sfruttare i suoi migliori giocatori fino all’ultimo pallone del 12-15.
Buona prova di squadra di Fei e compagni che tornano alla vittoria dopo i due stop con Perugia e Latina e lo fa su un campo decisamente ostico, basti pensare che nel penultimo turno Latina è stata in grado di servire ai Campioni d’Italia di Civitanova un netto 3-0.
Piacenza, dopo questa impegnativa prova, non può ancora riposarsi: domenica tra le mura amiche del PalaBanca arriva la Revivre Milano che, con alcuni infortuni e dopo la recente sconfitta subita ad opera di Ravenna, cercherà in tutti i modi di metterle i bastoni tra le ruote.

blank

Per la quinta giornata di andata Giuliani manda in campo Baranowicz in palleggio, Kody opposto, Clévenot e Parodi in posto 4, Alletti e Yosifov al centro, Manià libero.
Compagini a braccetto sui muri di Yosifov del 3-3 e del 5-5, poi la palla passa a Kody che regala agli avversari il +2 (8-6) con un attacco out. Ci pensa Yosifov, questa volta in attacco, a pareggiare i conti sul 10 pari ma dall’altra parte della rete, sui 9 metri, si presenta un Savani che spinge al massimo e trova l’ace su Clévenot per il 13-10. Piacenza si avvicina grazie a Clévenot (muro 11-13) e Parodi (14-13), Savani affonda il 16-13 quindi coach Giuliani manda in campo Fei per Kody. Una non precisissima difesa permette a Latina di correre sul 19-15 ma Piacenza non demorde: Clévenot trova il -2 (20-18), Fei tenta di recuperare terreno (23-20) ma l’attacco out dell’opposto biancorosso (24-20) consente a Rossi di andare a segno per il 25-21.
Buon avvio di Latina nel secondo parziale: il muro (2-1) e l’attacco (4-2) di Starovic allungano sugli ospiti che trovano subito il pareggio grazie all’ace di Alletti sul 4-4. Starovic ritorna protagonista per il 5-4 ed il 7-5, interviene poi Parodi ad annullare il vantaggio casalingo con la diagonale dell’8-6 e poi con l’ace dell’8 pari. Clévenot (9-9) e Alletti (10-10) mantengono, in rapida successione Starovic (11-10), Maruotti (12-11) e Gitto (13-11) portano coach Giuliani a fermare il gioco. Le indicazioni del tecnico biancorosso sono propizie: al rientro Fei conquista il 13-12, Yosifov occupa la scena in attacco (14-13) e a muro (14-14) per poi restituire la palla a Fei che mette a terra il +1 (14-15) con Di Pinto in time out. L’ace di Fei vale il +2 (14-16) ma Latina recupera immediatamente con Savani ed il muro out di Yosifov (16 pari). Un punto a punto fitto prosegue fino al 19-19 di Fei poi Latina spinge sull’acceleratore mettendo a segno un break di 5-0: il primo tempo di Savani (22-19) manda in panchina Piacenza che tenta anche la carta Di Martino, l’ace di Rossi (23-19) ed il muro di Starovic su Fei (24-19) affondano e bloccano i piacentini che hanno la possibilità di recupero con la battuta sbagliata di Latina (24-20); Clévenot sui 9 metri restituisce però il favore e concede la seconda frazione sul 25-20.
Grazie ai due errori in attacco della Wixo LPR, Latina vola subito sul 3-0 nel terzo set. Clévenot (3-1), Alletti (primo tempo 4-3) ricostruiscono per Parodi bravo a mettere a terra il 4 pari. Starovic (5-4) e Le Goff (6-5) tentano la fuga ma Parodi (7-7) e Fei (diagonale 8-8) si francobollano ai padroni di casa. Clévenot (10-10), in diagonale strettissima, e Yosifov, a muro (11-12) e attacco (12-13), preparano il terreno a Parodi che fa sua la diagonale del +2 (12-14) con coach Di Pinto in time out. Al rientro Maruotti pareggia i giochi per il 14 pari, Starovic trova il 16-15 poi il muro di Alletti (16-17) dà la carica a Yosifov che rivoluziona il set: il suo muro (16-17) ed il suo successivo ace (16-18) spingono Piacenza a trovare il 17-19 di Clévenot, Latina va nel pallone e, con l’attacco out di Starovic, torna in panchina sul +3 della Wixo LPR (18-21). Latina recupera il 20-22, Parodi si avvicina alla chiusura con la diagonale del 20-23, Starovic prolunga (21-23), poi 3 battuta sbagliate per parte, l’ultima effettuata da Maruotti, regalano il 22-25 a Piacenza.
Super partenza di quarto set per Piacenza: Fei (0-1) apre la strada a Baranowicz (ace 0-2) e al primo tempo di Alletti che segna un prezioso 0-3. Piacenza spinge forte con Clévenot (1-4), Parodi (2-5) ed un maestrale Yosifov vincente per il 3-6 ed il 4-7. Gli uomini di Giuliani, più determinati e reattivi,  corrono sul 6-9, Di Pinto ferma il gioco, poi Alletti diventa protagonista con il muro su Maruotti (6-10) e sul primo tempo del +4 (7-11). Manià difende a regola d’arte passando la palla in testa a Baranowicz che, in rovesciata, alza per Clévenot che non sbaglia (8-12), Fei mette a terra il 9-13, Yosifov mura Savani (9-14) per poi spostarsi in attacco per il +5 (10-15). I numerosi errori di Latina permettono a Piacenza di condurre i giochi: Maruotti trova il 12-17 ma Clévenot, a muro, chiude la porta per il +7 (12-19) con Latina che ricorre ai ripari chiedendo time out. Con un attacco out e un’invasione a rete di Piacenza, Latina recupera terreno sul 15-19, quindi coach Giuliani ferma a sua volta i giochi. Al rientro Fei, Alletti e Clévenot volano sul 15-22, il super primo tempo di Alletti (17-23) mette in crisi i padroni di casa, poi Fei scappa verso la chiusura con il pallone del 17-24. Il muro di Corteggiani, appena entrato in campo, ritarda la chiusura (19-24) che giunge con la battuta out di Savani (19-25). Si va al tie break.
Buona partenza per Piacenza nel quinto set: Alletti (1-2) e Clèvenot (2-3) si spalleggiano quindi Fei mura il tentativo di Savani e doppia i padroni di casa (2-4). Clèvenot prosegue a testa bassa (3-6), Parodi (3-7) e Yosifov (4-8) accompagnano le squadre al cambio campo. Clévenot doppia i padroni di casa (5-10) poi Latina innesca la rimonta: Maruotti (6-10) ed il muro di Rossi su Yosifov (7-10) avvicinano Latina agli ospiti, Fei fa suo il 7-11 poi il video check decreta si rigiochi l’azione successiva bloccata prima del suo finale in cui Sottile cerca l’appoggio aldilà della rete senza che si sia però il tocco a muro di Kody. Latina tenta l’aggancio spingendo fino al 10-11 ma da qui Piacenza non lascia più spazio: Baranowicz trova l’ace del 10-13 e la diagonale stretta di Clévenot segna l’11-14. L’invasione a rete di Piacenza (12-14) rinvia la chiusura che arriva poco dopo con la battuta out di Savani (12-15).

Vincenzo Di Pinto (allenatore Taiwan Excellence Latina): “Si può spiegare questa sconfitta solo che nel terzo set abbiamo sbagliato qualche cosa e loro sono stati bravi ad approfittarne. Sono un’ottima squadra e il livello del campionato è alto. Abbiamo avuto un ritmo di gioco alto nei primi due set. Giochiamo ogni tre giorni e ora dobbiamo concentrarci solo su Vibo”.

Viktor Yosifov (Wixo LPR Piacenza): “Alla fine conta solo se vinci o perdi. Qui a Latina è sempre difficile giocare. Sono partiti loro bene ma poi siamo riusciti a rimontare e a vincere. È il terzo tiebreak che vinciamo quest’anno”.

Taiwan Excellence Latina – Wixo LPR Piacenza 2-3 (25-21, 25-20, 22-25, 19-25, 12-15) 
Taiwan Excellence Latina: Sottile 0, Maruotti 10, Rossi 6, Starovic 24, Savani 15, Gitto 8, Caccioppola (L), De Angelis, Le Goff 3, Shoji (L), Corteggiani 1, Huang 0. N.E. Kovac, Ishikawa. All. Di Pinto.
Wixo LPR Piacenza: Baranowicz 4, Clevenot 18, Yosifov 16, Kody 1, Parodi 12, Alletti 10, Manià (L), Cottarelli 0, Giuliani (L), Fei 14, Di Martino 0. N.E. Marshall, Hershko. All. Giuliani.
ARBITRI: Vagni, Zavater.
NOTE – durata set: 25′, 24′, 26′, 26′, 20′; tot: 121′.
MVP: Trévor Clévenot

TAIWAN EXCELLENCE LATINA
Battuta
Ace 3
Errori 20

Ricezione
Positiva 48%
Perfetta 35%
Attacco 43%
Muri 12

WIXO LPR PIACENZA
Battuta
Ace 6
Errori 21
Ricezione
Positiva 56%
Perfetta 37%
Attacco 49%
Muri 10

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank