Superlega, la Wixo vince in rimonta, ancora al tie break!

Al PalaBanca ormai i tie break sono di tradizione. Dopo lo spettacolo visto pochi giorni fa con Piacenza – Modena (3-2), Fei e compagni vanno a segno al termine dell’ennesimo quinto set vincente: la quinta giornata di ritorno con Latina decreta il quinto successo al tie break per i biancorossi che, dopo 2 intense ore di gioco, escono dal campo con altri due preziosissimi punti da mettere in cassaforte.
Non una gara spettacolare come quella vista con Modena, la Wixo LPR vive momenti altalenanti ma anche dall’altra parte della rete non va diversamente. I padroni di casa partono con la luce spenta e gli ospiti pontini ne approfittano vincendo con grande slargo il primo parziale (18-25). Fei, supportato dalle battute vincenti di Baranowicz (9-7), Clévenot (12-8) e Cottarelli (14-9), incanala il secondo parziale a favore dei biancorossi bravi ad allungare fino al +6 per poi chiudere sul 25-23. Terzo set più equilibrato: Piacenza parte bene ma l’ace di Sottile (5-5) ribalta l’andamento del set: i pontini rimangono avanti fino al 23 pari, Piacenza cerca il vantaggio ma una battuta troppo fallosa compromette il finale (24-26). Idee ben chiare per Fei e compagni nel quarto parziale: l’ace di Clévenot doppia i pontini (6-3), Fei (14-9), Yosifov (20-17) e Clévenot  (22-19) lavorano spalla a spalla per tenere gli ospiti a debita distanza. Chiude Parodi sul +4 (25-21).
Tie break acceso fin dalle prime battute: Di Martino blocca a muro Ishikawa (5-2) ma il turno sui 9 metri di Savani (ace 6-6) annulla in vantaggio casalingo. Piacenza non si fa intimidire: Parodi (9-8), Fei (10-9) e Clévenot (14-11) aprono la strada al capitano biancorosso che, sul 15-12, chiude la gara sul boato dei 2300 del PalaBanca.
Battuta (7 ace) e muro (14 vincenti)  biancorossi incisivi anche grazie ad un super Yosifov autore di 6 muri sugli 11 punti totali; Baranowicz e Clévenot portano a casa 2 ace a testa.
Incredibili Fei e Clévenot: in 5 set disputati l’opposto e lo schiacciatore della Wixo LPR mettono a segno, rispettivamente, 25 e 23 punti. Con i 25 punti messi a segno (ne bastavano 10) capitan Fei taglia l’importante traguardo dei 7000 punti in Regular Season.
Per Latina chiusura a doppia cifra per Ishikawa (22 punti), bravo a caricarsi la squadra sulle spalle in qualsiasi momento e trascinatore nei momenti negativi, Starovic (20 punti) e Savani (15 punti).
I “soli” due punti in classifica fanno scivolare però Piacenza all’ottavo posto (27 punti): Milano, vittoriosa 3-0 su Ravenna e prossima avversaria dei biancorossi, con i 3 punti pieni acquisiti ha sorpassato, di una lunghezza (28 punti), la Wixo LPR. Ravenna, prima della quinta giornata appaiata a Fei e compagni, è ferma invece a 25 punti, sul nono gradino.

blank

LA GARA

Coach Giuliani schiera in campo Baranowicz in regia, Fei opposto, Marshall e Clévenot in posto 4, Di Martino e Yosifov al centro, Manià libero.
Di Pinto manda in campo Sottile al palleggio, Starovic opposto, Savani e Ishikawa schiacciatori, Rossi e Le Goff al centro, Shoji libero.
Il turno in battuta di Savani porta subito i suoi sullo 0-3, Marshall mette a terra l’1-3 ma Ishikawa trova il mani out del muro biancorosso che vale l’1-5. La diagonale di Clévenot (2-5) non basta: Starovic firma il 2-6 che conduce la Wixo LPR in panchina. Al rientro la spettacolare difesa di Clévenot aiuta Fei per il 3-6, Rossi doppia i padroni di casa (4-8) che però, con un break di 2-0 (Clévenot 5-8 e Baranowicz ace 6-8), si portano sul -2. Un Marshall vincente in attacco (7-9) e a muro (8-10) lascia il passo a Yosifov a punto in primo tempo (9-11) e a muro (10-11) per il -1. L’impegno di Starovic (10-12) ed Ishikawa (ace 11-15) viene premiato con il +5 dell’11-16 che costringe coach Giuliani a fermare il gioco. Il muro di Starovic su Clévenot (11-17), gli attacchi di Savani (12-18) ed Ishikawa (13-19) bloccano Fei e compagni di nuovo a punto con Di Martino (14-19) e Fei (15-19): questa volta è coach Di Pinto a chiamare time out. Marshall firma il 16-19 ed il successivo 17-20, Fei fa suo il 18-22 ma è troppo poco: il primo tempo di Rossi (18-23) apre la strada a Sottile che, sui 9 metri, mette in crisi la ricezione biancorossa con due ace consecutivi utili a chiudere il parziale sul 18-25.
Gli errori in battuta dei piacentini condizionano il punteggio fino al 3 pari poi Yosifov (4-3) e Marshall (5-3) cambiano marcia. Il +2 dura poco: Ishikawa (5-4) e l’attacco out di Marshall (5-5) regalano il pareggio ai pontini . Piacenza si rifà poco dopo, Fei (7-6) e Clévenot (8-7) cercano l’allungo che va in porto solo grazie al turno in battuta di Baranowicz: il suo ace (9-7), insieme al primo tempo di Fei (10-7) vale il +3 ed un break di 3-0. La Wixo LPR alza il tiro: Clévenot replica Baranowicz per l’ace del 12-8 seguito a ruota da Cottarelli vincente con l’ace del 14-9. Con tutti i fondamentali più equilibrati Marshall (15-10) e Yosifov (16-10) hanno strada libera per il +6, quindi coach Di Pinto corre ai ripari richiamando i suoi uomini in panchina. Ishikawa trova la parallela del 16-11 ma una Piacenza attenta in tutti i fondamentali concede poco: il muro perfetto di Yosifov (18-12) e la diagonale di Clévenot (20-14) fanno correre i padroni di casa verso gli ultimi punti del secondo set. Coach Giuliani manda in campo Alletti al posto di Di Martino poi Ishikawa (20-15) trova terreno fertile per mettere in campo il recupero, Rossi (muro su Marshall) firma il 20-17 e coach Giuliani mette in pausa il gioco. Fei blocca a muro Ishilkawa (22-17) che, nonostante il recupero incredibile di Giuliani, trova il 23-19. Il muro di Marshall (24-19) avvicina la Wixo LPR alla chiusura, rimandata però da Starovic (24-20), Le Goff (muro su Fei 24-21), Clévenot out in attacco (24-22) e Piacenza fallosa a rete (24-23): caoch Giuliani ferma immediatamente il gioco. Al rientro Fei non sbaglia: la sua parallela chiude il secondo parziale sul 23-25.
Clévenot conduce nell’immediato della terza frazione i suoi sul 2-0, Fei doppia gli ospiti per il 4-2; Ishikawa accorcia le distanze (4-3), l’ace di Sottile segna il 5 pari, poi l’errore in attacco di Piacenza dona il vantaggio ai pontini (5-6) con Giuliani in time out. I punti di Ishikawa (5-7) e di Rossi (5-8) portano coach Giuliani a mandare in campo Parodi per Marshall con il numero 3 biancorosso che viene subito murato da Starovic (5-9). Il muro di Latina blocca anche Fei (5-10) poi Parodi entra in gioco e sale in cattedra per l’attacco vincente del 6-10 e l’ace del 7-10. Yosifov, a muro, blocca il tentativo di Rossi (8-10) lasciando poi la scena a Clévenot per il -2 (10-12). La spettacolare diagonale di Fei ed il primo tempo fulmineo di Yosifov valgono il -1 (13-14 e 14-15), Parodi (15-16) e Clévenot (16-17) cercano il pareggio ma Latina riesce a rimanere sempre avanti e sul 18-20 di Savani coach Giuliani chiede di parlare con i suoi uomini. La battuta di Sottile sembra andare a segno, Piacenza recupera miracolosamente e Yosifov stampa un muro vincente su Ishikawa (21-22) con Di Pinto in time out. Al rientro il pareggio finalmente giunge per opera di Clévenot (22-22), i pontini cercano a tutti i modi di chiudere, aiutati anche dagli errori a rete ed in battuta dei padroni di casa sul 24-23 e 24-25. Gli uomini di Di Pinto riescono nell’intento subito dopo grazie all’attacco out di Alletti (24-26).
Piacenza ricarica le pile per il quarto parziale trovando ben presto il 3-0 della diagonale di Clévenot ed il 4-2 di Fei. L’incomprensione a muro tra Fei ed Alletti consegna il 4-3 a Latina, Piacenza non ha nessuna intenzione di viaggiare a braccetto con gli avversari: Clévenot segna l’ace del +4 (7-3), Latina va nel pallone mandando out numerosi attacchi quindi Piacenza ne approfitta con Fei vincente a muro sul 9-3. Sottile, di prima intenzione, cerca di ricostruire (10-5) ma Fei (12-6) e Clévenot (13-8) tengono a debita distanza gli ospiti. Sul 15-10 di Clévenot un’invasione biancorossa ed il successivo attacco out di Alletti (15-12) costringono coach Giuliani a sostituire il centrale con Di Martino e Latina ne approfitta per mettersi in scia ai padroni di casa (15-13). Ci pensano Parodi (16-13) e Fei (ace 18-14) a distanziare i pontini di nuovo a segno con Starovic per il 19-16. Ritorno di fiamma per la Taiwan: il muro di Yosifov (20-17) non intimorisce gli ospiti bravi a recuperare fino al 20-19 del muro di Le Goff. Il time out di Giuliani porta i suoi frutti: Clévenot, in attacco e a muro, corre sul 22-19, Fei (24-21) e Parodi (25-21) piazzano a terra le diagonali decisive che faranno disputare un ennesimo tie break.
Tie break acceso fin dalle prime battute: Parodi (2-1) lascia terreno a Di Martino bravo a bloccare a muro Ishikawa (5-2); al rientro dal time out di Latina, Fei piazza il muro del 6-2 poi la battuta di Savani aiuta Starovic (6-3 e 6-4) e Le Goff (muro su Fei) a conquistare il -1 (6-5). L’ace di Savani azzera il vantaggio biancorosso (6-6), Parodi firma la diagonale del 7-8 ma il cambio di campo decreta il vantaggio per il pontini (7-8). Il buon feeling tra Baranowicz e Di Martino fa trovare l’8 pari poi il PalaBanca esplode in un boato con le diagonali vincenti di Fei (10-9) e Parodi (11-9). Il muro di Starovic (12-11) mantiene in scia i pontini che, con una buona battuta di Yosifov, devono però subire il 13-11 ed il 14-11 di Clévenot. Ishikawa fa suo il 14-12, coach Giuliani ferma il gioco e al rientro Fei in attacco trova il tocco di Latina per la chiusura sul 15-12.

HANNO DETTO
Alberto Giuliani  (allenatore Wixo LPR Piacenza): “Sapevamo sarebbe stata una partita difficile anche e soprattutto per il valore dell’avversario. Non abbiamo giocato con lo stesso ritmo messo in partita nelle sfide di Vibo Valentia, Perugia e Modena, il calo è arrivato a causa di una sofferenza dal punto di vista atletico ma anche mentale. Quando si giocano partite di alto livello con un calendario così ravvicinato si può perdere lucidità in alcuni momenti, proprio come è avvenuto stasera. Sono arrivati però 2 punti importantissimi, ora pensiamo a Milano, un’altra sfida difficile”.

Vincenzo Di Pinto (allenatore Taiwan Excellence Latina): “Noi siamo venuti a Piacenza per vincere. Abbiamo giocato alla pari, purtroppo nel quarto e quinti parziale abbiamo accusato dei momenti altalenanti. Ora il nostro obiettivo è giocare partita per partita, purtroppo in questa occasione le nostre difficoltà non ci hanno permesso di trovare continuità di gioco. La mia squadra è viva e, nonostante qualche assenza, possiamo giocarcela tranquillamente alla pari con qualsiasi squadra”.

WIXO LPR PIACENZA – TAIWAN EXCELLENCE LATINA 3-2 (18-25, 25-23, 24-26, 25-21, 15-12)
WIXO LPR PIACENZA: Baranowicz 3, Clevenot 23, Di Martino 3, Fei 25, Marshall 9, Yosifov 11, Kody 0, Manià (L), Giuliani (L), Cottarelli 1, Alletti 1, Parodi 9, Hershko 0. N.E. All. Giuliani.
TAIWAN EXCELLENCE LATINA: Sottile 6, Ishikawa 22, Rossi 8, Starovic 20, Savani 15, Le Goff 7, Shoji (L), Gitto 0, De Angelis 0. N.E. Corteggiani, Huang, Kovac. All. Di pinto. ARBITRI: Goitre Mauro Carlo, Boris. NOTE – durata set: 23′, 27′, 28′, 25′, 19′; tot: 122′.
MVP: Alessandro Fei

WIXO LPR PIACENZA
Battuta
Ace 7
Errori 15
Ricezione
Positiva 53%
Perfetta 39%
Attacco 50%
Muri 14

TAIWAN EXCELLENCE LATINA
Battuta
Ace 6
Errori 17
Ricezione
Positiva 36%
Perfetta 26%
Attacco 50%
Muri 11

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank