Superlega, Trento si conferma “bestia nera”: Gas Sales Piacenza battuta 3-1

gas sales piacenza

Non basta l’incoraggiamento incessante dei Lupi Biancorossi e neppure un secondo set che aveva permesso alla Gas Sales Piacenza di pareggiare i conti. Trento si conferma la bestia nera di Piacenza e conquista tre punti grazie al 3-1 arrivato nell’anticipo della decima giornata di Superlega.

blank

La cronaca

Nel primo set Piacenza, che propone Antonov schiacciatore e Holt al centro con Russell e Cester in panchina, inizia rincorrendo, ma riesce a guadagnare la parità a 9 dopo che Bernardi ha già chiesto un time out. A questo punto i biancorossi sbattono troppo spesso sul muro trentino (8 punti diretti) e vedono scappare i padroni di casa. La Gas Sales prova a trovare risposte dalla panchina, inserisce Russell per Rossard poi Stern per Lagumdzija e nel finale Pujol per Brizard ma non c’è niente da fare e Trento vola 25-15.

Secondo set biancorosso

Al cambio di campo Bernardi decide di dare fiducia alla formazione che ha iniziato la partita e subito i suoi giocatori lo ripagano. Sul terreno di gioco si vede la vera Gas Sales Bluenergy che parte subito con il piglio giusto e costringe Lorenzetti a chiamare il secondo time out quando i biancorossi sono avanti 15-10. Funziona tutto in casa piacentina, Holt è scatenato al centro, Lagumdzija e Caneschi migliorano il proprio score e Trento non è più perfetta come nella prima frazione. Avanti 16-10 arriva una mini pausa fra gli ospiti, ma è sufficiente lo stop chiesto dalla panchina biancorossa per consentire a Piacenza di tornare a correre. Nel finale Trento prova a rifarsi sotto, entrano Catania che riceve perfettamente e Russell che mette a terra due palloni importanti per il 22-19. A questo punto la strada è in discesa e Piacenza chiude 25-21.

Sull’1-1 arriva una frazione condita da tanti errori. Inizialmente ne approfitta Piacenza, che si porta avanti 8-6 grazie a una palla fuori di Lisinac, poi però Trento mette la freccia con un ace di Kaziyski e il muro del 15-12. Un attacco out di Lagumdzija regala il 16-13 e porta Bernardi a girarsi verso la panchina inserendo Stern. I biancorossi in un paio di occasioni riescono a tornare a una sola lunghezza di distanza (18-17 con un errore di Lisinac) ma a questo puto i padroni di casa allungano nuovamente fino al definitivo 25-21.

Quarto e ultimo set

La Gas Sales Bluenergy non si arrende e infatti nel quarto set mette nuovamente la testa davanti agli avversari prima con il lungolinea di Antonov del 9-7 e quindi con l’ace di Rossard che consegna il 13-12 agli ospiti. Ma è l’ultima volta che i piacentini si trovano a condurre:Kaziyski e Michieletto firmano il doppio vantaggio 16-14, la formazione di Bernardi non si arrende e resta aggrappata alla gara fino al 20-21 che arriva con un servizio out di Lisinac. Bernardi ripropone il cambio con Catania e Russell in campo, l’ace di Caneschi è l’ultimo guizzo biancorosso sul 23-22, poi ancora Kaziyski firma l’incontro e sigilla il 3-1.

ITAS TRENTINO-GAS SALES PIACENZA 3-1

(25-15, 21-25, 25-21, 25-23)

Itas Trentino: Sbertoli 6, Kaziyski 16, Lisinac 15, Lavia 10, Michieletto 15, D’Heer 8, De Angelis (L), Zenger (L), Sperotto 0, Pinali 0. N.E. Albergati, Cavuto. All. Lorenzetti.

Gas Sales Piacenza: Brizard 3, Rossard 9, Holt 8, Lagumdzija 13, Antonov 5, Caneschi 6, Catania (L), Russell 4, Scanferla (L), Stern 1, Pujol 0, Recine 0, Cester 0. N.E. Tondo. All. Bernardi.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank