Telefono rosa scende in piazza per dire no al disegno di legge Pillon

Vent'anni di Tel Rosa a Piacenza 23.9.16 (FotoDELPAPA)

Il Centro antiviolenza di Piacenza – “La Città delle Donne” – Telefono Rosa Piacenza, in qualità di socia, si accomuna all’iniziativa di D.i.Re – Rete nazionale dei Centri antiviolenza: nelle piazze il 10 novembre per fermare il disegno di legge Pillon. Per dire no al DDL proposto dal senatore Pillon sulla revisione delle norme in materia di separazione, divorzio e affido dei minori.

 

Le motivazioni del centro antiviolenza di Piacenza

Diciamo NO alla MEDIAZIONE OBBLIGATORIA
Nella proposta Pillon, l’obbligo di mediazione viola apertamente il divieto previsto dall’art. 48 della Convenzione di Istanbul, mette in pericolo le donne che fuggono dal violento, oltre a generare uno squilibrio tra chi può permettersi questa spesa e chi non può perché non è previsto il patrocinio per i meno abbienti.
Diciamo NO all’imposizione di tempi paritari, alla doppia domiciliazione/residenza dei minori, che comportano la divisione a metà dei figli/e considerati alla stregua di beni materiali.
Diciamo NO al MANTENIMENTO DIRETTO perché presuppone l’assenza di differenze economiche di genere e di disparità per le donne nell’acceso alle risorse, nella presenza e permanenza sul mercato del lavoro, nei livelli salariali e nello sviluppo della carriera.
Diciamo NO al PIANO GENITORIALE perché incrementa le ragioni di scontro tra i genitori e pretende di fissare norme di vita con conseguenti potenziali complicazioni nella gestione ordinaria della vita dei minori.
Diciamo NO all’introduzione del concetto di ALIENAZIONE PARENTALE proposta dal DDL che presuppone esservi manipolazione di un genitore in caso di manifesto rifiuto dei figli di vedere l’altro genitore, con la previsione di invertire il domicilio collocando il figlio proprio presso il genitore che rifiuta.

Sono questi i 5 no che verranno ribaditi nelle piazze il 10 novembre in una mobilitazione che fa seguito alla petizione contro il Disegno di legge Pillon su separazione e affido lanciata da D.i.Re, Donne in rete contro la violenza, e sottoscritta da oltre 95.000 persone e tante Associazioni e Comitati.

Se verranno approvati il Disegno di legge Pillon e le eventuali integrazioni previste in altri 3 disegni di legge sulla stessa materia attualmente in discussione al Senato, separazione e affido rischiano di diventare un campo di battaglia permanente.

Ringraziamo il Comitato ” NON UNA DI MENO ” di Piacenza, che ospiterà materiale divulgativo del Centro antiviolenza Telefono Rosa Piacenza, al banchetto in P.zza Cavalli SABATO 10 NOVEMBRE ed invitiamo la cittadinanza e i/le professionisti/e alla visione del film in anteprima “L’Affido” – Una storia di violenza – VENERDI’ 16 NOVEMBRE H. 15,30 – Sala Spazio del Cinema Corso – INGRESSO GRATUITO – A seguire dibattito sulle motivazioni dei 5 NO! al DDL PILLON.