Trasporto ferroviario, Braghieri: “Per i rimborsi ai pendolari va usata la formula del voucher” – AUDIO

Trasporto ferroviario, Braghieri: "Per i rimborsi vanno usati i voucher"
Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza
blank blank blank

Trasporto ferroviario, Braghieri: “Per i rimborsi ai pendolari va usata la formula del voucher“. Il Presidente dell’Associazione Pendolari Piacenza ha parlato a Radio Sound dei rimborsi dovuti a chi non ha usufruito dell’abbonamento durante il lockdown. Inoltre si è toccato il tema dell’aumento di passeggeri sui treni negli ultimi giorni.

Il gestore del servizio pubblico ferroviario spiega Mauro Braghieriè tenuto a rimborsare i periodi non fruiti degli abbonamenti. Come? O allungando la validità oppure riconoscendo un voucher equivalente all’importo del periodo non fruito. Noi preferiremmo l’ipotesi del voucher vista l’incertezza dei tempi di ritorno alla normalità“.

Quali sono le maggiori segnalazioni dei pendolari in questo periodo di ritorno alla normalità?

Mi hanno detto di treni residuali che in questo momento non ci sono e di carrozze chiuse al pubblico. Inoltre il gel disinfettante è presente solo all’entrata, mentre sarebbe più indicato trovarlo anche in altri posti, così come i guanti da poter indossare in viaggio. Per ora però una buona parte di pendolari non ha ripreso ancora il lavoro in azienda, ma sta operando da casa”.

Dalla Regione. Trasporto pubblico locale: rimborsi in arrivo per i pendolari.

Rimborsi in arrivo per i pendolari dell’Emilia-Romagna che non hanno potuto usufruire dell’abbonamento ai mezzi di trasporto pubblico locale a causa del lockdown imposto dall’emergenza Coronavirus.

Lo comunicato l’assessore regionale alla Mobilità Andrea Corsini.

“E’ una misura doverosa giustamente attesa da tanti cittadini e che come Regione abbiamo sollecitato  – sottolinea Corsini – non appena saranno definite le modalità operative, sarà  nostra cura fornire a tutti gli interessati le indicazioni utili per usufruire di tale opportunità”.

Il risarcimento dei costi dell’abbonamento è reso possibile dai fondi stanziati dal Governo con il dl Rilancio, che a breve sarà convertito in legge. Dopo questo passaggio, sarà possibile definire le procedure per accedere ai rimborsi. Per questo motivo, la Regione invita i cittadini a non recarsi anzitempo agli sportelli delle aziende di trasporto, rischiando inutili affollamenti.

Trasporto ferroviario, Braghieri: “Per i rimborsi ai pendolari va usata la formula del voucher” – AUDIO intervista

Dal 25 maggio riaprono piscine e palestre.