Ultima di ritorno piena di emozioni: domenica si gioca il derby tra Assigeco e Bakery

assigeco piacenza

L’ultima di ritorno prima del poker di impegni della fase a orologio, fine ufficiale della regular season e prologo alle emozioni di play off e play out, l’Assigeco Piacenza la gioca “on the road” con uno spostamento di modesta entità.

Già, perché le emozioni della chiusura della seconda parte si amplificano ai massimi livelli domani pomeriggio nella sfida al “PalaBakery” di Piacenza. Il “derby” con la Pallacanestro Piacentina, griffata Bakery, inizierà alle ore 18).

blank

I biancorossoblu per consolidare il settimo posto in classifica. La Bakery per evitare i play out: ragioni differenti portano a stimoli identici. Una bella giornata di basket, da dedicare a Marco Beccari, il patron della Bakery, scomparso poco più di un mese fa.

Gherardo Sabatini, anima e regia dell’Assigeco Piacenza

«Anche se non è stata una settimana semplice, a causa di qualche di qualche acciacco, desideriamo rifinire al meglio la preparazione a questa sfida che riteniamo molto appassionante e stimolante. Una di quelle gare che è bello giocare. Da parte nostra c’è l’intenzione di dare il massimo per certificare la settima posizione in classifica, prima delle quattro gare di fase a orologio.

La Bakery è una buona squadra. All’andata aveva giocato con le rotazioni limitate, ora si è rinforzata bene con un paio di innesti di qualità. Noi dobbiamo fare appello alla nostra identità di squadra giocando tutti insieme per far funzionare al meglio gli schemi e mettere sul parquet qualità e intensità».

Senza Luca Cesana, ancora fuori per infortunio, e con Phil Carr da valutare all’ultimo, l’Assigeco si prepara a una gara difficile da addomesticare.

Fabio Farina, assistant coach di Stefano Salieri

«La Bakery è una squadra molto ostica da affrontare soprattutto quando è impegnata sul parquet del proprio palazzetto, dove ha dimostrato di giocare ancora con più fiducia mettendo in netta difficoltà anche le big di questo campionato. Può contare su due ottimi stranieri come Raivio e Morse. Rispetto alla gara di andata ha aumentato notevolmente il suo tasso di esperienza e fisicità grazie alle aggiunte di Venuto e Bonacini.

Ci attende un’altra dura lotta prima dell’inizio della fase ad orologio ma credo che per noi la cosa più importante sia continuare sul percorso tracciato pensando partita dopo partita per raggiungere quello che ad inizio stagione era un sogno e che poi, grazie al lavoro quotidiano, è diventato un obiettivo, ovvero la qualificazione ai playoff. Ci teniamo a dare questa soddisfazione alla società e a tutti i tifosi dell’Assigeco».

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank