Via Francigena, Fratelli d’Italia: “La Regione contribuisca alla riqualificazione”

La Regione intervenga per riqualificare la via Francigena. Lo chiedono i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia, Giancarlo Tagliaferri, Fabio Callori, Michele Facci.

La via Francigena è un percorso di 1800 km attraverso l’Inghilterra, la Francia, la Svizzera e l’Italia. Percorso sugli antichi passi dei pellegrini medievali che camminavano verso le grandi mete come Roma, Santiago di Compostela o Gerusalemme; nel 2001 è stata creata l’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF); come soggetto abilitato ufficialmente dal Consiglio d’Europa, l’AEVF dialoga con istituzioni europee, regioni, collettività locali. Dialogo per promuovere i valori dei cammini e dei pellegrinaggi, partendo dallo sviluppo sostenibile dei territori attraverso un approccio culturale, identitario, turistico;

La Francigena avrebbe bisogno di una serie di interventi; in termini di autonomia dei percorsi, messi in sicurezza e lontani dal traffico stradale e in particolare dalla via Emilia, di maggiori segnalazioni di carattere storico e sull’itinerario da tappa a tappa, di attraversamenti dei corsi d’acqua;

“Chiediamo se la Giunta non giudichi necessario, oltre a quanto già fatto da diversi Comuni del territorio, un intervento regionale; stanziando appositi fondi, per sostenere interventi migliorativi a salvaguardia e valorizzazione della via Francigena, che rappresenta un patrimonio storico e culturale anche dell’Emilia-Romagna, oltre che una grande opportunità di sviluppo per un turismo sostenibile.