Villa Verdi diventa bene pubblico, il ministero avvia il procedimento di esproprio: “Patrimonio fondamentale”

Piacenza 24 WhatsApp

Villa Verdi ora è un bene pubblico e, presto, diventerà sede di una fondazione e di un museo dedicato al più grande compositore italiano. Il Ministero della Cultura comunica che la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le Province di Parma e Piacenza ha avviato il procedimento di dichiarazione di pubblica utilità. Dichiarazione finalizzata all’esproprio del complesso di immobili che costituiscono Villa Verdi, a Villanova d’Arda, località S. Agata.

Il procedimento si concluderà entro 180 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di avvio da parte dei soggetti interessati. L’amministrazione competente all’emanazione del relativo provvedimento finale è il Ministero della Cultura – Direzione generale Archeologia, belle arti e paesaggio.

“La Villa, appartenuta al Maestro e Senatore Giuseppe Verdi, rappresenta patrimonio fondamentale della Nazione. Sia per il valore storico dell’opera del grande compositore e per il ruolo importante avuto nel Risorgimento. Questo bene non può rimanere esposto al degrado e all’incuria. Al contrario deve poter costituire il nucleo centrale di un itinerario museale a disposizione del mondo intero”.

“Per questo, le direzioni competenti del Ministero, confortate da autorevoli pareri legali, hanno deciso l’acquisizione di Villa Verdi al patrimonio pubblico con il punto di non ritorno della dichiarazione di pubblica utilità”. Lo ha dichiarato il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano.

Radio Sound
blank blank