Wixo Lpr, coach Giuliani: “Non sarà facile ma puntiamo ai playoff”

La SuperLega procede a spassi spediti verso la fine del girone di andata. Con una gara in più (quella con Civitanova, impegnata in questi giorni con il Mondiale per Club in Polonia) rispetto alle rivali della massima Serie, la Wixo LPR si può concedere qualche giorno di meritato riposo prima di far rientro, lunedì 20, tra le mura amiche del PalaBanca in attesa del big match di Santo Stefano con la Calzedonia Verona.

Attualmente Piacenza, ad una gara dalla fine del girone di andata, è quinta in classifica. “La posizione – afferma deciso coach Giuliani – rispecchia le aspettative anche se in questa stagione la fine del girone di andata non è significativo per l’accesso a qualche manifestazione. Il nostro obiettivo è comunque quello di accumulare più punti possibili con la finalità di entrare a far parte dei Play Off. Questo anno ci sono tante squadre accreditate a partecipare ai Play Off, non sarà facile far parte di quei team designati ma noi faremo il possibile per essere protagonisti del finale di stagione”.

Sette vittorie all’attivo e cinque sconfitte, tra cui quelle con le big Civitanova, Perugia, Modena: “Ci sono ancora degli aspetti da migliorare – prosegue il tecnico biancorosso – ed uno di questi è quello di avere più determinazione e concretezza in campo, soprattutto nei periodi in cui gli impegni sportivi si susseguono con grande frenesia. In quei momenti, che abbiamo affrontato e dovremo ancora affrontare, abbiamo l’obbligo di migliorare l’approccio alla partita perché in ballo ci sono tanti punti importanti utili a rimpolpare la classifica”.

Periodi impegnativi che hanno visto una Piacenza a volte anche parecchio rimaneggiata: “A parziale attenuante c’è da dire che abbiamo affrontato quei periodi di gare – sottolinea Giuliani – nella prima parte senza opposti e, nella seconda, senza Marshall che speriamo di recuperare completamente per i prossimi impegni”.

Un turno di sosta e poi il big match con Verona, diretta rivale in classifica. Questa sosta di due settimane potrebbe causare problemi?
“In questi casi bisogna guardare le due facce della medaglia – afferma il tecnico marchigiano – La pausa ci permette di recuperare al meglio Marshall e di richiamare le forze fisiche che ci potranno tornare utili nella seconda parte della stagione. L’altra faccia della medaglia invece potrebbe metterci di fronte alla perdita di ritmo di gioco, al rientro da questi pochi giorni di riposo dovremo riprendere a lavorare a pieni regini”.

Poi, concentrandosi sulle prestazioni dei suoi singoli atleti, coach Giuliani conclude: “Tutti quanti hanno avuto miglioramenti importanti, la cosa su cui ora dobbiamo concentrarci e migliorare ulteriormente è il gioco di squadra”.

Ora quattro giorni di meritato riposo, poi si dovrà tornare a lavorare a testa bassa e con la massima concentrazione: dal 26 dicembre, giorno di Piacenza-Verona, si tornerà a fare sul serio; in rapida successione infatti Piacenza dovrà rimboccarsi le maniche per affrontare al meglio e a testa alta Verona-Ravenna-Vibo Valentia-Perugia-Modena e Latina.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank