Morire d’asma a 25 anni, la famiglia dona uno spirometro all’Ausl – AUDIO

blank

Trasformare la perdita di una persona cara in un’azione concreta di solidarietà che fornisca un’occasione per stare insieme e fare qualcosa di utile per la collettività. È quanto sta facendo da tre anni a questa parte la famiglia Galante per ricordare Raffaele. Un giovane brillante e molto amato, scomparso nel 2016 un mese prima di compiere 26 anni.

blank

Il papà Roberto, la mamma Luciana e la sorella Veronica hanno scelto di dedicargli un torneo di calcetto annuale. Torneo grazie al quale hanno raccolto fondi per il reparto di Pneumologia dell’ospedale di Piacenza. In particolare il contributo è stato indirizzato all’ambulatorio che gestisce i pazienti con asma. L’anno scorso la famiglia Galante ha donato uno spirometro, strumento utilizzato per misurare i volumi polmonari.

Le informazioni ricavate dal dispositivo permettono di studiare la funzione degli organi del respiro. Per questo è utilizzato per valutare varie patologie, in particolare per la diagnosi e il monitoraggio delle malattie ostruttive. Quest’anno la donazione riguarda un misuratore dell’ossido nitrico esalato.

L’apparecchio è utile per determinare l’infiammazione delle vie aeree e migliorare la gestione dell’asma. Infatti, serve per confermare la presenza di questa patologia e per predire una risposta positiva agli steroidi.

Consente anche una migliore resa della terapia inalatoria. Aiuta a intuire la comparsa di fasi acute sia nell’adulto sia nel bambino. Infine permette di valutare la reazione positiva alle cure, ovvero la progressiva diminuzione dell’infiammazione bronchiale.

Di asma si può morire

“Di asma su può morire. Ogni anno muoiono 250 persone all’anno. Sono tutte morte evitabili, decessi davanti ai quali la Sanità ha fallito”. Lo spiega Cosimo Franco, direttore Pneumologia ospedale Piacenza.

“E’ fondamentale seguire uno stile di vita sano e seguire la terapia. Purtroppo sono davvero numerosi i pazienti che sottovalutano la patologia e non assumoni i farmaci. Lo spirometro serve anche a capire se un paziente segue le indicazioni del medico”.

L’ambulatorio dedicato ai pazienti con asma segue 839 persone e realizza, in un anno, circa 1100 prestazioni, di cui 180 spirometrie. In questo contesto, le donazioni della famiglia Galante sono preziose per migliorare ulteriormente l’assistenza quotidiana ai malati.

Chi volesse contribuire può ancora iscriversi al torneo che si svolgerà sabato 8 giugno al campo Calamari, a partire dalle 14. Sono ammesse dieci squadre miste. Il team deve essere composto da un minimo di 6 giocatori di cui almeno una donna sempre presente in campo. Ogni partita dura 30 minuti.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank