La Bakery Piacenza non fa sconti a Civitanova e torna al successo

bakery piacenza

La Bakery Piacenza ritorna alla vittoria e lo fa tra le mure amiche contro un’ostica Civitanova che fino all’ultimo respiro non ha mollato il colpo, rimanendo incollata ai biancorossi. Un’altra prova di grande sacrificio per gli uomini di Campanella, che anche oggi hanno dovuto fare a meno del loro capitano Maggio oltre che dei lungo degenti Bracchi ed Orlandi. Piacenza raggiunge la vetta della classifica per una notte, attendendo Cento e Fabriano. Fra 8 giorni la squadra del presidente Beccari farà visita a Cesena. De Zardo e Bruno finiscono come mattatori del match con 15 punti a testa.

Cena e De Zardo aprono le danze prima di una fulminea tripla di Rocchi, che calma l’entusiasmo iniziale. Pedroni, Cena e Artioli cercano di allungare sul +7 ma Valerio Amoroso dice no, imponendosi in area e siglando 4 punti. Poco dopo Artioli si ripete e Bruno scaglia una freccia dritta nel canestro: è 22-11. El Agbani fa il suo esordio in campionato per far rifiatare il numero 8, e negli ultimi scampoli di quarto è F.Amoroso che infila la tripla del -8.

Un secondo periodo molto strano vede solo 22 punti realizzati. Aprono Liam Udom e Birindelli per il massimo vantaggio di 12 punti, ma da tre risponde Trapani. Da qui il blackout sul match, con 5 minuti di pressing e palle perse. Interrompe la carenza di canestri ancora Udom, prima di una fantastica schiacciata di De Zardo che piega il canestro e fa ripartire l’entusiasmo biancorosso. Rocchi e Pieirini provano a far rientrare i biancoblù nel match, ma Bruno poco prima della sirena sancisce il 34-24 con la quale le squadre si avviano nello spogliatoio.

Nel terzo quarto la partita ritorna ad essere appassionante. Tra le file dei marchigiani segnano solo ed unicamente i fratelli Amoroso: Valerio comanda in area e Francesco la mette da fuori. I piacentini però non perdono la testa, e nonostante i tentativi di rimonta marchigiani sono bravi a rubare con De Zardo ed a segnare con Bruno e Birindelli. La partita rimane agli stessi livelli e dopo 30 minuti: la Bakery è avanti di 11 lunghezze: 48-37.

Un break di 0-6 siglato Masciarelli fa infuriare coach Campanella. La rabbia del condottiero biancorosso viene smaltita dalla provvidenziale tripla di Bruno, per il 51-43. Poco dopo, il numero 8 di Las Varillas si ripete per altre due volte, mettendo alle corde Civitanova. Amoroso non non ne vuole sapere e continua a sgomitare in area per riprendere il match. Il resto della squadra non trova la via tracciata dal veterano, e Piacenza torna a controllare il discorso. Negli ultimi due minuti c’è spazio per la tripla di Lorenzo De Zardo, ed i successivi tiri liberi che lasciano trascorrere il cronometro fino alla sirena. Piacenza ritorna alla vittoria tra le mure amiche e ritrova l’entusiasmo del pubblico. Il punteggio finale recita 61-54.

Bakery Piacenza-Rossella Virtus Civitanova 61-54 (22-14; 34-24; 48-37)

Bakery Piacenza: Maggio NE, Udom 4, Pedroni 5, Artioli 6, Chiozza NE, Bruno 15, De Zardo 15, El Agbani, Cena 8, Birindelli 8. All.Campanella

Virtus Civitanova: Masciarelli 6, Alessandri 2, Pierini 1, Montanari NE, Felicioni 6, Vallasciani, Amoroso F. 15, Cimini, Amoroso V. 11, Rocchi 8, Trapani 5;. All. Domizioli