La Canottieri Ongina espugna anche Mirandola e balza in vetta solitaria

canottieri ongina
Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza.

Quarta vittoria consecutiva e inizio di girone di ritorno sfavillante per i Canottieri Ongina di Mauro Bartolomeo, che dopo Concorezzo scalzano dal trono anche l’altra “regina” del campionato

Mai così in alto. E’ una Canottieri Ongina straordinaria quella che sta scalando sempre più la classifica del girone B di serie B maschile. Dopo la vittoria del turno precedente contro Concorezzo che aveva permesso l’aggancio al primo posto (in coabitazione con altre due squadre), questa volta la squadra di Mauro Bartolomeo si è superato, andando a espugnare (3-1, stesso risultato dell’andata) il campo dello Stadium Mirandola in uno scontro diretto per la vetta, che ora per i gialloneri piacentini diventa solitaria, con un punto di vantaggio su Concorezzo (3-2 contro Grassobbio) e due sulla coppia Mantova-Modena.

Per Boschi e compagni è arrivata la quarta vittoria consecutiva, l’undicesima stagionale, ma – cosa forse ancor più importante – pure segnali di stabilizzazione di alto livello, anche se ovviamente andranno costantemente confermati nel prosieguo del campionato.  

Una squadra, quella del presidente Fausto Colombi, che attacca a buone percentuali complessive, mura tanto (15 block vincenti a Mirandola) e offre prestazioni collettive grazie all’apporto di tutti. Le diverse doppie cifre testimoniano la positiva distribuzione di Boschi e le risposte positive delle varie bocche da fuoco; a questo si aggiunge anche il contributo della panchina con ingressi positivi dei vari Kolev, Ferrari Ginevra e Piazzi. “Siamo migliorati – analizza coach Bartolomeo – nella continuità di rendimento e nella capacità di soffrire, non abbattendoci negli errori commessi. Sapevamo come Mirandola fosse ostica in casa, ma siamo riusciti a mettere in difficoltà il nostro avversario”.

La partita

Nel primo set, dopo una fase equilibrata, la Canottieri Ongina fa leva sul muro granitico per prendere il largo. Mirandola tenta la carta del doppio cambio (Bertazzoni-Sartoretti per i fratelli Ghelfi), ma non basta: 21-25. La squadra di Bartolomeo sembra aver qualcosa in più anche nel secondo parziale, anche se lo Stadium si porta avanti 23-22 con l’ace di Bellei prima di subire il break giallonero che vale il 23-25 e il 2-0 ospite. A questo punto, i padroni di casa cambiano Sartoretti per Bevilacqua in posto quattro, con il cambio che si rivela prolifico: il mancino aiuta i modenesi nella rimonta culminata nel 25-22 che riapre il discorso. Tante emozioni nel quarto set, arrivato in volata: Mirandola annulla tre palle match, spreca malamente in contrattacco la possibile palla che valeva il tie break e viene punita dai monticellesi: 25-27 e 1-3.

STADIUM MIRANDOLA-CANOTTIERI ONGINA 1-3

(21-25, 23-25, 25-22, 25-27)

STADIUM MIRANDOLA: Bellei 10, Canossa 8, Ghelfi F. 12, Bevilacqua 5, Rustichelli 11, Ghelfi G. 5, Catellani (L), Sartoretti 13, Bertazzoni. N.e.: Garusi, Luppi, Scaglioni. All.: Barozzi

CANOTTIERI ONGINA: Fall 12, Miranda 15, Amorico 10, De Biasi 11, Boschi 2, Caci 18, Cereda (L), Piazzi, Kolev, Ferrari Ginevra. N.e.: Rossi (L), Perodi, Ousse. All.: Bartolomeo

ARBITRI: De Orchi e Di Tullio

NOTE: Durata set: 23’, 29’, 26’, 34’ per un totale di 1 ora 52 minuti di gioco

Stadium Mirandola: battute sbagliate 13, ace 7, ricezione positiva 57% (perfetta 30%), attacco 45%, muri 7, errori 31

Canottieri Ongina: battute sbagliate 11, ace 2, ricezione positiva 57% (perfetta 38%), attacco 50%, muri 15, errori 30.